Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Aggiungere al pasto 10 g di olio extravergine di oliva migliora la glicemia post-prandiale e il profilo lipidico di soggetti con pre-diabete

30-06-2016

Carnevale R, Loffredo L, Del Ben M, Angelico F, Nocella C, Petruccioli A, Bartimoccia S, Monticolo R, Cava E, Violi F.
Clin Nutr. 2016 May 28. pii: S0261-5614(16)30112-1. doi: 10.1016/j.clnu.2016.05.016. [Epub ahead of print]

Questo studio italiano conferma i vantaggi per la salute metabolica complessiva del consumo di olio di oliva, purché extravergine, cioè ricco di polifenoli. La ricerca ha paragonato gli effetti sulla glicemia post-prandiale e sul profilo lipidemico di due pasti identici per calorie (700 circa), in cui l’unica differenza era l’aggiunta di 10 g (un cucchiaio da minestra) di olio extravergine di oliva. Questa la composizione dei due pasti: 100 g di pasta al pomodoro, 40 g di prosciutto cotto, 50 g di formaggio, 100 g di insalata e una mela il  primo; 100 g di pasta al pomodoro, 80 g di prosciutto cotto, 10 g di olio extravergine e una mela il secondo. I soggetti studiati, uomini e donne di età media 58 anni, sovrappeso o obesi, mostravano comunque il profilo glucidico che identifica il pre-diabete. I risultati dell’analisi del sangue condotta prima del pasto e poi a 60 e 120 minuti dimostrano una differenza significativa e altamente favorevole tra i soggetti che avevano consumato il pasto a cui era stato aggiunto olio extravergine di oliva. La glicemia post-prandiale di questi soggetti si è infatti ridotta del 20%, mentre la secrezione di insulina è aumentata del 40%. Quanto al profilo lipidemico, sono diminuite colesterolemia totale, trigliceridemia e livelli di Apo B-48, mentre è lievemente aumentata la concentrazione di HDL. Questi risultati suggeriscono una più attenta considerazione che va dedicata a minimi aggiustamenti nutrizionali con alimenti ad altro impatto positivo.

Glossario

  • Diabete

    Una patologia che si verifica quando l’organismo non è in grado di utilizzare il glucosio ematico. I livelli di glicemia sono controllati dall’insulina, un ormone prodotto dall’organismo che favorisce l’ingresso del glucosio nelle cellule muscolari e adipose. Il diabete insorge quando il pancreas non produce abbastanza insulina o l’organismo non risponde all’insulina che è stata prodotta.

Extra virgin olive oil improves post-prandial glycemic and lipid profile in patients with impaired fasting glucose.

BACKGROUND & AIMS: Extra virgin olive oil (EVOO) improves post-prandial glycaemia in healthy subjects but it has never been investigated if this can be detected in pre-diabetic patients. We investigated if EVOO affects post-prandial glucose and lipid profile in patients with impaired fasting glucose (IFG).
METHODS: Thirty IFG patients were randomly allocated to a meal containing or not 10 g of EVOO in a cross-over design. Before, 60 min and 120 min after lunch a blood sample was taken to measure glucose, insulin, Glucagon-like peptide-1 (GLP1), dipeptidyl-peptidase-4 (DPP4) activity, triglycerides (TG), total cholesterol, HDL-cholesterol and Apo B-48.
RESULTS: The meal containing EVOO was associated with a reduction of glucose (p = 0.009) and DPP4 activity (p < 0.001) and a significant increase of insulin (p < 0.001) and GLP-1 (p < 0.001) compared with the meal without EVOO. Furthermore, the meal containing EVOO showed a significant decrease of triglycerides (p = 0.002) and Apo B-48 (p = 0.002) compared with the meal without EVOO. Total cholesterol and HDL cholesterol levels did not significantly change between the two groups.
CONCLUSIONS: This is the first study to show that in IFG patients EVOO improves post-prandial glucose and lipid profile with a mechanism probably related to incretin up-regulation.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419