Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Apporto alimentare di flavonoidi e rischio di tumore allo stomaco

31-10-2012

Zamora-Ros R, Agudo A, Luján-Barroso L, Romieu I, Ferrari P, Knaze V, Bueno-de-Mesquita HB, Leenders M, Travis RC, Navarro C, Sánchez-Cantalejo E, Slimani N, Scalbert A, Fedirko V, Hjartåker A, Engeset D, Skeie G, Boeing H, Förster J, Li K, Teucher B, Ag
Am J Clin Nutr. 2012 Oct 17. [Epub ahead of print]

Il tumore allo stomaco è uno dei più diffusi (il terzo per frequenza, dopo il cancro al seno e il cancro al polmone). In Italia, si stima provochi più di 10.000 morti l\'anno in Italia (dati AIRC). Numerosi studi preclinici suggeriscono un possibile ruolo protettivo di flavonoidi e lignani nei confronti di questo tumore; le evidenze epidemiologiche in proposito, tuttavia, sono ad oggi ancora limitate.
In questo studio, condotto nell’ambito del progetto EPIC (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition), l’apporto di flavonoidi e lignani (stimato da questionari di frequenza di consumo convertiti nell’apporto di flavonoidi e lignani impiegando un database specifico di contenuti di queste molecole nei vari alimenti) è stato messo in relazione con il rischio di tumore gastrico in un campione di 477.312 soggetti (142.250 uomini e 335.062 donne) con età compresa tra 35 e 70 anni e provenienti da 10 diversi Paesi europei. Durante il follow-up di 11 anni si sono verificati 684 casi di tumore allo stomaco.
L’analisi dei dati rivela un’associazione inversa tra apporto totale di flavonoidi e rischio di tumore allo stomaco nelle donne (Hazard Ratio, o OR, pari a 0,81 comparando il più alto quartile di apporto con il più basso) ma non negli uomini (HR=0,97). Nelle donne emerge inoltre un’associazione inversa anche per specifici tipi di flavonoidi (antocianidine: HR=0,89, flavonoli: HR=0,84, flavoni: HR=0,88 e flavanoli: HR=0,87). Al contrario, non emerge alcuna associazione protettiva per il consumo di lignani ed isoflavoni, nè tra gli uomini e nemmeno tra le donne.
I risultati di questo studio, condotto su un’ampia corte europea, suggeriscono pertanto l’esistenza di un’associazione inversa tra apporto di flavonoidi e rischio di tumore allo stomaco, seppure limitatamente alle donne, confermando così l’importanza preventiva di un consumo regolare degli alimenti ricchi di questi composti (frutta e verdura in primis).

Dietary flavonoid and lignan intake and gastric adenocarcinoma risk in the European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC) study.

BACKGROUND:
Several experimental studies have suggested potential anticarcinogenic effects of flavonoids, although epidemiologic evidence for the impact of dietary flavonoids on risk of gastric cancer (GC) is limited.
OBJECTIVE:
We investigated the association between intake of dietary flavonoids and lignans and incident GC.
DESIGN:
The study followed 477,312 subjects (29.8% men) aged 35-70 y from 10 European countries who participated in the European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC) study. Validated dietary questionnaires and lifestyle information were collected at baseline. A food-composition database on flavonoids and lignans was compiled by using data from USDA and Phenol-Explorer databases.
RESULTS:
During an average follow-up of 11 y, 683 incident GC cases (57.8% men) were mostly validated by a panel of pathologists and used in this analysis. We observed a significant inverse association between total flavonoid intake and GC risk in women (HR: 0.81; 95% CI: 0.70, 0.94; for the continuous variable after log(2) transformation) but not in men (HR: 0.97; 95% CI: 0.85, 1.09). In women, significant inverse associations with GC risk were also observed for intakes of some flavonoid subgroups (anthocyanidins, flavonols, flavones, and flavanols), particularly with intestinal type tumors for total flavonoid and flavanol intakes (P-heterogeneity < 0.1). After stratification by smoking status and sex, there was no significant heterogeneity in these associations between ever- and never-smokers.
CONCLUSION:
Total dietary flavonoid intake is associated with a significant reduction in the risk of GC in women.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419