Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Attività fisica, adiposità e tumori

23-02-2011

Farrell SW, Finley CE, McAuley PA, Frierson GM.
Obesity (Silver Spring). 2011 Feb 3.

Alcuni studi recenti hanno suggerito che la mortalità per tumore nelle donne possa essere associata all’adiposità e a bassi livelli di attività fisica.
Per valutare la relazione tra fitness cardiorespiratorio (CRF), cioè la capacità massima di attività aerobica determinata mediante esercizio fisico sul tapis roulant, la percentuale di massa grassa (adiposità) e la mortalità per tumore, più di 14000 donne sono state seguite per un periodo di oltre 15 anni, nel quale sono stati rilevati 250 decessi causati da tumori.
Mediamente le donne decedute sono risultate più anziane, fumatrici, con una percentuale più elevata di massa grassa e valori minori di CRF. D’altra parte tra le donne con livelli più elevati di CRF, meno propense al fumo, sono state registrate una ridotta adiposità e una minore prevalenza di ipertensione, infarto del miocardio e diabete.
La suddivisione delle donne in gruppi in base al CRF, cioè fisicamente attive o inattive, e all’indice di massa corporea, ha permesso di riscontrare un tasso di mortalità significativamente maggiore tra le donne normopeso fisicamente inattive rispetto a quelle normopeso e attive (9,8 vs. 4,1 decessi/10,000 donne all’anno rispettivamente), mentre non è stata osservata alcuna differenza tra le donne attive indipendentemente dal fatto che fossero sovrappeso, obese o normopeso.
I risultati di questo studio permettono di concludere che alti livelli di fitness cardiorespiratorio sono associati ad una ridotta mortalità per tumore e che, pertanto, le donne sedentarie dovrebbero essere incoraggiate a svolgere regolarmente attività fisica, per lo meno moderata.

Glossario

  • Prevalenza

    La percentuale dei soggetti della popolazione che ha una certa condizione in un dato momento. Dire che la prevalenza della malattia diabetica è del 5% significa che, nella popolazione in esame, al momento del rilievo, 5 soggetti su 100 sono diabetici. Da non confondere con "incidenza"(vedi).

  • Ipertensione

    Aumento della pressione arteriosa al di sopra dei valori normali (nell'adulto 80-90 mm Hg di minima e 130-140 mmHg di massima). Può essere di origine secondaria (renale, endocrina, neurologica, ecc.) o primitiva (essenziale).

  • Diabete

    Una patologia che si verifica quando l’organismo non è in grado di utilizzare il glucosio ematico. I livelli di glicemia sono controllati dall’insulina, un ormone prodotto dall’organismo che favorisce l’ingresso del glucosio nelle cellule muscolari e adipose. Il diabete insorge quando il pancreas non produce abbastanza insulina o l’organismo non risponde all’insulina che è stata prodotta.

Cardiorespiratory Fitness, Different Measures of Adiposity, and Total Cancer Mortality in Women.

The objective was to examine associations among cardiorespiratory fitness (CRF), adiposity, and cancer mortality in women. Healthy women (N = 14,256) without cancer history completed a baseline health examination 1970-2005. Measures included BMI, percent body fat (%Fat), and CRF quantified as duration of a maximal treadmill test. CRF was classified as low (quintile 1), moderate (Q2-3), and high fit (Q4-5) by age. Standard BMI cutpoints were used, while participants were classified by %Fat quintiles. Cancer mortality rates were calculated following age, exam year, and smoking adjustment. During a mean follow-up period of 15.2 ± 9.4 years, 250 cancer deaths occurred. Adjusted mortality rates across BMI groups were 4.6, 5.7, and 8.8 (P trend 0.08); %Fat 3.0, 4.9, 2.9, 3.8, and 6.9 (P trend 0.17); and CRF 7.9, 5.5, and 2.9 (P trend 0.003). When grouped into categories of fit and unfit (upper 80% and lower 20% of CRF distribution), and using BMI as the adiposity exposure, cancer mortality rates of unfit-obese women were significantly higher than fit-normal weight women (9.8 vs. 4.1 deaths/10,000 woman-years; P = 0.02), while fit-overweight and fit-obese women had no greater risk of mortality than fit-normal weight women. Using %Fat as the adiposity exposure, unfit-obese women tended to have higher cancer mortality than fit-normal weight women (7.0 vs. 3.3 deaths/10,000 woman-years, P = 0.10). Higher levels of CRF are associated with lower cancer mortality risk in women and attenuate the risk of cancer mortality in overweight women. Using adiposity measures to estimate cancer mortality risk in women can be potentially misleading unless CRF is considered.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419