Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Bevande fredde, ghiaccioli e gelati sono percepiti come più piacevoli e dissetanti dalla mucosa orale, rispetto a uguali volumi di liquidi tiepidi o caldi. Perché?

26-09-2013

R Ecclesa, L Du-Plessisb, Y Dommelsc, J E Wilkinsonb
Appetite - online 21 September 2013 http://dx.doi.org/10.1016/j.appet.2013.09.011

Nonostante l’effetto fisiologico finale sull’idratazione dell’organismo sia naturalmente identico, bevande fredde, gh“ioli e gelati vengono in genere preferiti, per estinguere il senso di sete rispetto a uguali volumi di bevande tiepide o calde. Per approfondire i meccanismi che giustificano questa scelta sono stati arruolati volontari sani che si sono astenuti dall’assumere qualunque bevanda per due ore. Lasciati liberi di scegliere in seguito la bevanda che loro ritenevano più adatta per calmare la sete, hanno dato uniformemente la loro preferenza all’acqua con una temperatura inferiore ai 22°C, rispetto all’acqua a temperatura maggiore, nonostante l’effetto sull’osmolarità (fluidità) del sangue fosse alla fine naturalmente identico. Il meccanismo probabilmente alla base di questa scelta è rappresentato dalla stimolazione dei recettori del freddo presenti sulla Mucosa orale, che induce una sensazione di piacere e di estinzione delle sete ancor prima dell’ingestione del liquido e del suo assorbimento. Questo effetto pre-assorbimento del liquido più freddo viene poi rafforzato dall’effetto post-assorbimento sulla sete, che è ovviamente indotto anche dall’acqua a più di 22°C, con un risultato finale decisamente più efficace.

Glossario

  • Mucosa

    Membrana di colore roseo che riveste la superficie interna delle cavità presenti nell'organismo.

Cold pleasure. Why we like ice drinks, ice-lollies and ice cream Ice cream and ice lollies may be perceived as pleasant because they satiate thirst.

This review discusses how the ingestion of cold foods and drinks may be perceived as pleasant because of the effects of cooling of the mouth. The case is made that man has originated from a tropical environment and that cold stimuli applied to the external skin may initiate thermal discomfort and reflexes such as shivering and vasoconstriction that defend body temperature, whereas cold stimuli applied to the mouth are perceived as pleasant because of pleasure associated with satiation of thirst and a refreshing effect. Cold water is preferred to warm water as a thirst quencher and cold products such as ice cream may also be perceived as pleasant because oral cooling satiates thirst. The case is made that cold stimuli may be perceived differently in the skin and oral mucosa, leading to different effects on temperature regulation, and perception of pleasure or displeasure, depending on the body temperature and the temperature of the external environment.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419