Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Capacità antiossidante e rischio di ictus

07-12-2011

Rautiainen S, Larsson S, Virtamo J, Wolk A.
Stroke. 2011 Dec 1. [Epub ahead of print]

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato l’esistenza di un’associazione inversa tra consumo di frutta e verdure e rischio di ictus, plausibilmente grazie all’azione dei fitocomposti contenuti in questi alimenti, che possono inibire i processi infiammatori e ossidativi. Solo pochi studi hanno invece valutato l’associazione tra la capacità antiossidante totale plasmatica (TAC) - che consente di valutare l’effetto complessivo di tutti gli antiossidanti introdotti con la dieta - e il rischio di ictus.
In questo studio, pertanto, è stata valutata prospetticamente l’associazione tra TAC e rischio di ictus in un campione di 31.035 donne senza storia di malattie cardiovascolari (CVD) e 5.680 donne con storia di CVD, la cui TAC è stata misurata grazie ad un test specifico (metodo ORAC).
La prima corte è stata seguita per un periodo di 11,5 anni, durante i quali si sono verificati 1.322 casi di ictus. Dall’analisi dei risultati è emerso che le donne appartenenti al quintile con più elevati livelli di TAC avevano un rischio di ictus ridotto del 17% rispetto a quello delle donne del quintile più basso.
La corte di donne con storia di CVD alle spalle è stata invece seguita per 9,6 anni durante i quali si sono registrati 1.007 casi di ictus. In questa corte, sebbene non sia stata rilevata alcuna associazione tra TAC e rischio di ictus totale, le donne appartenenti ai 3 quartili più alti mostravano un rischio di ictus emorragico ridotto del 57% comparato con quello del più basso quartile.
In conclusione, i risultati di questo studio rivelano l’associazione inversa tra TAC e rischio di ictus totale (nelle donne senza storia di CVD) ed emorragico (in donne con storia di CVD), supportando quindi l’importanza di una dieta ricca di antiossidanti nella prevenzione di questa malattia.

Glossario

  • Ictus

    Manifestazione acuta di lesione focale cerebrale.

  • Antiossidante

    Sostanza che impedisce o rallenta l'ossidazione.

Total Antioxidant Capacity of Diet and Risk of Stroke. A Population-Based Prospective Cohort of Women

Background and Purpose—Consumption of antioxidant-rich foods may reduce the risk of stroke by inhibition of oxidative stress and inflammation. Total antioxidant capacity (TAC) takes into account all antioxidants and the synergistic effects between them. We examined the association between dietary TAC and stroke incidence in cardiovascular disease (CVD)-free women and in women with CVD history at baseline.
Methods—The study included women (31 035 CVD-free and 5680 with CVD history at baseline), aged 49 to 83 years, from the Swedish Mammography Cohort. Diet was assessed with a food frequency questionnaire. Dietary TAC was calculated using oxygen radical absorbance capacity values. Stroke cases were ascertained by linkage with the Swedish Hospital Discharge Registry.
Results—During follow-up (September 1997 to December 2009), we identified 1322 stroke cases (988 cerebral infarctions, 226 hemorrhagic strokes, and 108 unspecified strokes) among CVD-free women and 1007 stroke cases (796 cerebral infarctions, 100 hemorrhagic strokes, and 111 unspecified strokes) among women with a CVD history. The multivariable hazard ratio of total stroke comparing the highest with the lowest quintile of dietary TAC was 0.83 (95% CI, 0.70–0.99; P for trend0.04) in CVD-free women. Among women with a CVD history, the hazard ratios for the highest versus lowest quartile of TAC were 0.90 (95% CI, 0.75–1.07; P for trend0.30) for total stroke and 0.55 (95% CI, 0.32– 0.95; P for trend0.03) for hemorrhagic stroke.
Conclusions—These findings suggest that dietary TAC is inversely associated with total stroke among CVD-free women and hemorrhagic stroke among women with CVD history.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419