Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Cioccolato e rischio di ictus

05-09-2012

Larsson SC, Virtamo J, Wolk A.
Neurology. 2012 Aug 29. [Epub ahead of print]

Al cioccolato (soprattutto se fondente) vengono ormai riconosciuti, essenzialmente per la sua ricchezza di flavonoidi ad attività antiossidante, anche effetti positivi a livello cardiovascolare, supportati da un\'ampia letteratura, che si aggiungono alle riconosciute qualità organolettiche. Sono invece meno solide le informazioni sui benefici cerebrovascolari, in particolare nella popolazione maschile.
Nel presente lavoro 37.103 uomini svedesi, dei quali sono state valutate le abitudini alimentari mediante la compilazione di appositi questionari di frequenza di consumo, sono stati seguiti prospetticamente per più di 10 anni, durante i quali sono stati accertati 1.995 casi di ictus (tra i quali 1.511 infarti cerebrali, 321 ictus emorragici e 163 ictus a causa non definita). Al termine del periodo di osservazione, i livelli di assunzione di cioccolato sono risultati favorevolmente associati alla riduzione del rischio di ictus, indipendentemente dalla tipologia di ictus considerata; comparando il più alto quintile di consumo di cioccolato (corrispondente ad un valore mediano di 62,9 g/settimana) con il più basso quintile (0 g/settimana) emerge infatti un rischio relativo (RR) pari a 0,83. Questo dato ha trovato conferma in una metanalisi di 5 studi che avevano valutato l’associazione tra consumo di cioccolato e rischio di ictus (per un totale di 4.260 casi), dalla quale risulta un RR pari a 0,81.
Gli autori sottolineano che in Svezia il tipo di cioccolato più diffuso è quello al latte e suggeriscono pertanto che la riduzione del rischio di ictus possa essere associata al consumo di cioccolato in generale.

Glossario

  • Antiossidante

    Sostanza che impedisce o rallenta l'ossidazione.

  • Ictus

    Manifestazione acuta di lesione focale cerebrale.

  • Metanalisi

    Tecnica che combina i risultati di molti studi, di impianto simile e che hanno esaminato quesiti simili, per aumentare la numerosità del campione di valori su cui si ragiona e quindi l'affidabilità delle conclusioni.

Chocolate consumption and risk of stroke: A prospective cohort of men and meta-analysis.

OBJECTIVE:
To investigate the association between chocolate consumption and risk of stroke in men and conduct a meta-analysis to summarize available evidence from prospective studies of chocolate consumption and stroke.
METHODS:
We prospectively followed 37,103 men in the Cohort of Swedish Men. Chocolate consumption was assessed at baseline using a food-frequency questionnaire. Cases of first stroke were ascertained from the Swedish Hospital Discharge Registry. For the meta-analysis, pertinent studies were identified by searching the PubMed and EMBASE databases through January 13, 2012. Study-specific results were combined using a random-effects model.
RESULTS:
During 10.2 years of follow-up, we ascertained 1,995 incident stroke cases, including 1,511 cerebral infarctions, 321 hemorrhagic strokes, and 163 unspecified strokes. High chocolate consumption was associated with a lower risk of stroke. The multivariable relative risk of stroke comparing the highest quartile of chocolate consumption (median 62.9 g/week) with the lowest quartile (median 0 g/week) was 0.83 (95% CI 0.70-0.99). The association did not differ by stroke subtypes. In a meta-analysis of 5 studies, with a total of 4,260 stroke cases, the overall relative risk of stroke for the highest vs lowest category of chocolate consumption was 0.81 (95% CI 0.73-0.90), without heterogeneity among studies (p = 0.47).
CONCLUSION:
These findings suggest that moderate chocolate consumption may lower the risk of stroke.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419