Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Colesterolo e tumori

18-05-2011

Hu J, La Vecchia C, de Groh M, Negri E, Morrison H, Mery L; the Canadian Cancer Registries Epidemiology Research Group.
Ann Oncol. 2011 May 4. [Epub ahead of print]

E’ ormai ben nota la relazione tra accumulo di colesterolo e formazione di placche aterosclerotiche sulle pareti arteriose, alti livelli circolanti di colesterolo e sviluppo di malattie coronariche. Negli ultimi anni si stanno anche accumulando evidenze sull’associazione tra livelli di colesterolo e rischio di tumori, anche se ad oggi i dati sono ancora insufficienti.
Per questo studio, tra il 1994 e il 1997, grazie all’utilizzo di appositi questionari di frequenza di consumo sono state raccolte informazioni inerenti le abitudini alimentari e l’apporto di diversi nutrienti (riferiti ai 2 anni precedenti allo studio) di 35040 soggetti con diagnosi di tumore (15872 donne e 19168 uomini) e 5039 soggetti sani (gruppo di controllo). L’analisi dei dati ha consentito di evidenziare un’associazione positiva tra l’apporto di colesterolo con la dieta ed il rischio relativo (RR) di sviluppo di diversi tipi di tumore. In particolare è stata rilevata una correlazione con il tumore allo stomaco (RR=1.60), al colon (RR=1.45), al retto (RR=1.74), al pancreas (RR=1.57), al polmone (RR=1.61), al seno (RR=1.45), ai reni (RR=1.41), alla vescica (RR=1.54) e con il linfoma non-Hodgkin (RR=1.36).
In conclusione, i risultati di questo studio dimostrano l’esistenza di una relazione tra l’apporto eccessivo di colesterolo attraverso la dieta e l’aumento del rischio di sviluppare malattie tumorali. Gli autori pertanto suggeriscono che una dieta a ridotto contenuto di colesterolo possa svolgere un ruolo nella prevenzione dei tumori.

Glossario

  • Colesterolo

    Presente nel sangue, costituente essenziale della membrana cellulare, interviene nella formazione degli ormoni sessuali e corticosteroidei e dei sali biliari. Può essere di origine esogena (alimentare) ed endogena (sintesi epatica). Nel sangue il colesterolo è veicolato tramite i trigliceridi e le lipoproteine (HDL e LDL).

  • Correlazione

    Valutazione della relazione esistente tra differenti variabili, che non implica necessariamente un rapporto di causa ed effetto tra loro. Il tipo di relazione più frequentemente studiato è quello lineare (una retta in un piano cartesiano) in questo caso la forza della correlazione viene espressa con un numero (r) che varia da -1 (la maggiore correlazione negativa possibile) a +1 (la maggiore correlazione positiva possibile) un valore pari a 0 indica assenza di qualsiasi correlazione.

Dietary cholesterol intake and cancer

BACKGROUND: This study assesses the association between dietary cholesterol intake and the risk of various cancers.
PATIENTS AND METHODS: Mailed questionnaires were completed between 1994 and 1997 in eight Canadian provinces by 1182 incident histologically confirmed cases of the stomach, 1727 of the colon, 1447 of the rectum, 628 of the pancreas, 3341 of the lung, 2362 of the breast, 442 of the ovary, 1799 of the prostate, 686 of the testis, 1345 of the kidney, 1029 of the bladder, 1009 of the brain, 1666 non-Hodgkin\'s lymphomas (NHL), 1069 leukemia and 5039 population controls. Information on dietary habits and nutrition intake were obtained using a food frequency questionnaire, which provided data on eating habits 2 years before the study. Odds ratios (ORs) were derived by unconditional logistic regression to adjust for total energy intake and other potential confounding factors.
RESULTS: Dietary cholesterol was positively associated with the risk of cancers of the stomach, colon, rectum, pancreas, lung, breast (mainly postmenopausal), kidney, bladder and NHL: the ORs for the highest versus the lowest quartile ranged from 1.4 to 1.7. In contrast, cholesterol intake was inversely associated with prostate cancer.
CONCLUSIONS: Our findings add to the evidence that high cholesterol intake is linked to increased risk of various cancers. A diet low in cholesterol may play a role in the prevention of several cancers.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419