Conseguenze metaboliche e cognitive del saltare la colazione

Maffeis C, Fornari E, Surano MG, Comencini E, Corradi M, Tommasi M, Fasan I, Cortese S.
Eur J Clin Nutr. 2012 Jan 11. doi: 10.1038/ejcn.2011.206. [Epub ahead of print]

25-01-2012

Alcune evidenze presenti in letteratura dimostrano che l’abitudine di saltare la colazione influenza le performance cognitive e il comportamento sia nel bambino che nell’adulto. Lo studio qui descritto è stato condotto al fine di valutare le conseguenze ormonali, metaboliche e cognitive indotte dal consumo della colazione o dal digiuno in un gruppo di 10 bambini obesi. In questi bambini venivano misurati i livelli di alcune sostanze ormonali, l’ossidazione dei nutrienti ed il grado di attenzione e memoria prima e dopo il consumo della colazione, confrontandoli con quelli registrati in caso di digiuno.
L’analisi dei risultati rivela che i bambini che digiunavano mostravano un ridotto grado di attenzione e di memoria visiva rispetto ai bambini che consumavano la colazione (P<0,05). L’aumento della disattenzione risultava inoltre associato ad un ridotto grado di ossidazione dei carboidrati, mentre non era associato ai livelli di glucosio, insulina, glucagone e ormoni gastrointestinali.
Per concludere, i risultati di questo studio mostrano che le performance cognitive sono ridotte nei bambini che mostrano l’abitudine di saltare la colazione e che il calo del grado di attenzione si associa ad una riduzione dell’ossidazione dei carboidrati.
A causa del limitato numero di soggetti coinvolti, tuttavia, gli autori auspicano la realizzazione di nuovi studi condotti su campioni più ampi di popolazione al fine di confermare questi risultati preliminari e supportare ulteriormente l’importanza dell’abitudine di fare la prima colazione.

Glossario

  • Carboidrati

    Rappresentano la principale fonte energetica della dieta. Sono di due tipi: semplici e complessi. I semplici sono gli zuccheri, i complessi includono amido e fibra. Forniscono 4 calorie per grammo. Si trovano naturalmente in pane, cereali, frutta, verdura, latte e latticini. Torte, biscotti, gelati, caramelle, succhi di frutta e altri alimenti di questo tipo sono ricchi di zuccheri.

Breakfast skipping in prepubertal obese children: hormonal, metabolic and cognitive consequences.

Background and Aims: Skipping breakfast influences cognitive performance. The aim of our study was to investigate the relationship between the variation of hormonal and metabolic postprandial parameters induced by breakfast consumption or fasting and cognitive performance in obese children. Methods: Cross-sectional study for repeated measures. Memory and attention assessment tests, hormones and nutrient oxidation were measured before and after consuming breakfast vs fasting in 10 prepubertal obese children. Results: Fasting induced a significant (P<0.05) increase of the Overall Index of the Continuous Performance Test II (a global index of inattention) and the Test of Memory and Learning Word Selective Reminding (a test of verbal memory), whereas no changes were found after breakfast. Fasting was associated with a reduction of insulin and an increase in glucagon, with no changes in glucose. The increase in inattention was associated with a reduction of carbohydrate oxidation (ρ=-0.66, P<0.05). We found no difference in the area under the curve of peptide YY and glucagon-like peptide-1 after breakfast or fasting, whereas Ghrelin was significantly lower. No association between postprandial hormone variation and cognitive performance was found. Conclusions: Attention and visual memory performance in the morning were reduced when the children skipped breakfast. No association was found with hormones or metabolic changes, but we did find an association with a reduction of carbohydrate oxidation. Nevertheless, these preliminary findings need confirmation in larger sample size.

Stampa

Condividi