Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Consumo di cacao e cioccolato e salute cardiovascolare

08-02-2012

Hooper L, Kay C, Abdelhamid A, Kroon PA, Cohn JS, Rimm EB, Cassidy A.
Am J Clin Nutr. 2012 Feb 1. [Epub ahead of print]

Il potenziale ruolo del cioccolato, ed in particolare dei flavanoli in esso contenuti, nella prevenzione delle malattie cardiovascolari è oggetti di un crescente interesse. Scopo del presente lavoro è stato quello di effettuare una metanalisi degli studi che avevano valutato l’effetto di cioccolato, cacao e flavanoli sui principali fattori di rischio cardiovascolare.
Dopo avere estratto dalla letteratura ben 1.637 studi sull’argomento, gli autori si sono concentrati sui risultati di 42 studi controllati e randomizzati che avevano coinvolto un totale di 1.297 partecipanti.
Dall’analisi dei risultati della metanalisi emerge che il consumo di cacao o di cioccolato si associa ad un miglioramento di numerosi fattori di rischio cardiovascolare: in particolare si registra una riduzione dell’insulino-resistenza (indice HOMAIR= -0,67) ed un miglioramento della vasodilatazione flusso-mediata (FMD) in seguito a consumo sia cronico (1,34%) che acuto (3,19% 2 ore dopo l’ingestione), ma anche una riduzione della pressione diastolica (-1,60 mm Hg) ed un miglioramento del profilo lipidico (LDL=-0,07 mmol/L e HDL=0,03 mmol/L).
Stratificando in funzione delle dosi di epicatechine apportate, emerge che il miglioramento della FMD si osserva per tutte le dosi considerate, mentre la riduzione della pressione arteriosa, sia sistolica che diastolica, è significativa solo per dosi di consumo di questi composti oltre i 50mg/giorno.
I risultati di questa metanalisi dimostrano pertanto gli effetti benefici del consumo di cacao e cioccolato, sia in acuto che in cronico, su alcuni fattori di rischio cardiovascolare ed in particolare sulla FMD e l’insulino-resistenza. Gli effetti si osservano per diversi livelli di apporto delle epicatechine tipiche del cacao, suggerendo che alcuni di essi (come gli effetti sulla pressione) si manifesteranno solamente per prodotti ad alto tenore di cacao o per consumi relativamente elevati.

Glossario

  • Metanalisi

    Tecnica che combina i risultati di molti studi, di impianto simile e che hanno esaminato quesiti simili, per aumentare la numerosità del campione di valori su cui si ragiona e quindi l'affidabilità delle conclusioni.

  • Pressione arteriosa

    Pressione del sangue nelle arterie dovuto all'attività contrattile del muscolo cardiaco e alla resistenza vascolare periferica, distinta in sistolica o massima e diastolica o minima.

Effects of chocolate, cocoa, and flavan-3-ols on cardiovascular health: a systematic review and meta-analysis of randomized trials.

BACKGROUND: There is substantial interest in chocolate and flavan-3-ols for the prevention of cardiovascular disease (CVD).
OBJECTIVE: The objective was to systematically review the effects of chocolate, cocoa, and flavan-3-ols on major CVD risk factors.
DESIGN: We searched Medline, EMBASE, and Cochrane databases for randomized controlled trials (RCTs) of chocolate, cocoa, or flavan-3-ols. We contacted authors for additional data and conducted duplicate assessment of study inclusion, data extraction, validity, and random-effects meta-analyses.
RESULTS: We included 42 acute or short-term chronic (≤18 wk) RCTs that comprised 1297 participants. Insulin resistance (HOMA-IR: -0.67; 95% CI: -0.98, -0.36) was improved by chocolate or cocoa due to significant reductions in serum insulin. Flow-mediated dilatation (FMD) improved after chronic (1.34%; 95% CI: 1.00%, 1.68%) and acute (3.19%; 95% CI: 2.04%, 4.33%) intakes. Effects on HOMA-IR and FMD remained stable to sensitivity analyses. We observed reductions in diastolic blood pressure (BP; -1.60 mm Hg; 95% CI: -2.77, -0.43 mm Hg) and mean arterial pressure (-1.64 mm Hg; 95% CI: -3.27, -0.01 mm Hg) and marginally significant effects on LDL (-0.07 mmol/L; 95% CI: -0.13, 0.00 mmol/L) and HDL (0.03 mmol/L; 95% CI: 0.00, 0.06 mmol/L) cholesterol. Chocolate or cocoa improved FMD regardless of the dose consumed, whereas doses >50 mg epicatechin/d resulted in greater effects on systolic and diastolic BP. GRADE (Grading of Recommendations, Assessment, Development and Evaluation, a tool to assess quality of evidence and strength of recommendations) suggested low- to moderate-quality evidence of beneficial effects, with no suggestion of negative effects. The strength of evidence was lowered due to unclear reporting for allocation concealment, dropouts, missing data on outcomes, and heterogeneity in biomarker results in some studies.
CONCLUSIONS: We found consistent acute and chronic benefits of chocolate or cocoa on FMD and previously unreported promising effects on insulin and HOMA-IR. Larger, longer-duration, and independently funded trials are required to confirm the potential cardiovascular benefits of cocoa flavan-3-ols.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419