Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Consumo di carne e pesce e rischio di tumore al polmone

20-04-2011

Linseisen J, Rohrmann S, Bueno-de-Mesquita B, Büchner FL, Boshuizen HC, Agudo A, Gram IT, Dahm CC, Overvad K, Egeberg R, Tjønneland A, Boeing H, Steffen A, Kaaks R, Lukanova A, Berrino F, Palli D, Panico S, Tumino R, Ardanaz E, Dorronsoro M, Huerta JM, R
Cancer Causes Control. 2011 Apr 10. [Epub ahead of print]

Il cancro al polmone, che costituisce la più frequente causa di morte su base neoplastica nel mondo, ha come principale fattore di rischio il fumo di sigaretta. Numerosi studi di popolazione hanno tuttavia dimostrato che anche la dieta può giocare, a tale proposito, un ruolo importante. La carne è tra gli alimenti maggiormente studiati per un possibile effetto cancerogeno: le alte temperature che si raggiungono durante la sua cottura, infatti, possono portare alla formazione di amine eterocicliche e di idrocarburi policiclici aromatici; inoltre, i nitriti/nitrati utilizzati nelle carni trasformate possono indurre la formazione endogena di composti N-nitroso, potenzialmente cancerogeni.
L’associazione tra il consumo di carne e pesce (determinato attraverso la compilazione di appositi questionari dietetici) e salute è stata valutata, nell’ambito del progetto EPIC, su un campione di oltre 478.000 europei adulti. La popolazione è stata seguita per un periodo di 8,7 anni, durante i quali sono stati diagnosticati 1.822 casi di tumore al polmone. Dai risultati raccolti non emerge un’associazione significativa tra il consumo di carni, sia rosse che trasformate, ed il rischio di tumore al polmone. Allo stesso modo, non si riscontra alcuna associazione significativa nemmeno per il consumo di carni bianche e di pesce.
I risultati di questo studio non supportano quindi l’ipotesi secondo la quale il consumo di carni o pesce possa rappresentare un fattore di rischio per il tumore al polmone.

Consumption of meat and fish and risk of lung cancer: results from the European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition.

Evidence from case-control studies, but less so from cohort studies, suggests a positive association between meat intake and risk of lung cancer. Therefore, this association was evaluated in the frame of the European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition, EPIC. Data from 478,021 participants, recruited from 10 European countries, who completed a dietary questionnaire in 1992-2000 were evaluated; 1,822 incident primary lung cancer cases were included in the present evaluation. Relative risk estimates were calculated for categories of meat intake using multi-variably adjusted Cox proportional hazard models. In addition, the continuous intake variables were calibrated by means of 24-h diet recall data to account for part of the measurement error. There were no consistent associations between meat consumption and the risk of lung cancer. Neither red meat (RR = 1.06, 95% CI 0.89-1.27 per 50 g intake/day; calibrated model) nor processed meat (RR = 1.13, 95% CI 0.95-1.34 per 50 g/day; calibrated model) was significantly related to an increased risk of lung cancer. Also, consumption of white meat and fish was not associated with the risk of lung cancer. These findings do not support the hypothesis that a high intake of red and processed meat is a risk factor for lung cancer.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419