Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Consumo di fibre e prevenzione

23-02-2011

Park Y, Subar AF, Hollenbeck A, Schatzkin A.
Arch Intern Med. 2011 Feb 14.

Numerose evidenze epidemiologiche e cliniche indicano chiaramente che il consumo di fibre con la dieta si associa alla riduzione del rischio di patologie croniche come le malattie coronariche, il diabete e alcune tipologie di cancro. Tuttavia pochi studi hanno valutato l’impatto del consumo di fibre sulla mortalità totale e per cause diverse da quelle cardiovascolari.
In questo studio prospettico un’ampia coorte di soggetti americani dei quali sono state raccolte informazioni sulle abitudini alimentari è stata seguita per 9 anni. Al termine del periodo di follow up i più di 3000 decessi registrati sono risultati in buona parte associati a bassi livelli di assunzione di fibre, sia per gli uomini che per le donne. Analizzando le cause di mortalità gli autori hanno rilevato una riduzione del rischio per le malattie cardiovascolari, respiratorie ed infettive e, solo negli uomini, per alcune tipologie di tumori.
I risultati di questo studio supportano quindi il ruolo delle fibre nella prevenzione di diverse patologie e evidenziano come una dieta ricca di alimenti che ne sono particolarmente ricchi come la frutta, la verdura e i cereali integrali possa apportare benefici per la salute in generale e non solo del sistema cardiovascolare.

Glossario

  • Diabete

    Una patologia che si verifica quando l’organismo non è in grado di utilizzare il glucosio ematico. I livelli di glicemia sono controllati dall’insulina, un ormone prodotto dall’organismo che favorisce l’ingresso del glucosio nelle cellule muscolari e adipose. Il diabete insorge quando il pancreas non produce abbastanza insulina o l’organismo non risponde all’insulina che è stata prodotta.

Dietary Fiber Intake and Mortality in the NIH-AARP Diet and Health Study.

BACKGROUND: Dietary fiber has been hypothesized to lower the risk of coronary heart disease, diabetes, and some cancers. However, little is known of the effect of dietary fiber intake on total death and cause-specific deaths. 0
METHODS: We examined dietary fiber intake in relation to total mortality and death from specific causes in the NIH (National Institutes of Health)-AARP Diet and Health Study, a prospective cohort study. Diet was assessed using a food-frequency questionnaire at baseline. Cause of death was identified using the National Death Index Plus. Cox proportional hazard models were used to estimate relative risks and 2-sided 95% confidence intervals (CIs).
RESULTS: During an average of 9 years of follow-up, we identified 20 126 deaths in men and 11 330 deaths in women. Dietary fiber intake was associated with a significantly lowered risk of total death in both men and women (multivariate relative risk comparing the highest with the lowest quintile, 0.78 [95% CI, 0.73-0.82; P for trend, <.001] in men and 0.78 [95% CI, 0.73-0.85; P for trend, <.001] in women). Dietary fiber intake also lowered the risk of death from cardiovascular, infectious, and respiratory diseases by 24% to 56% in men and by 34% to 59% in women. Inverse association between dietary fiber intake and cancer death was observed in men but not in women. Dietary fiber from grains, but not from other sources, was significantly inversely related to total and cause-specific death in both men and women.
CONCLUSIONS: Dietary fiber may reduce the risk of death from cardiovascular, infectious, and respiratory diseases. Making fiber-rich food choices more often may provide significant health benefits.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419