Consumo moderato di vino ed effetti avversi della radioterapia

Morganti AG, Digesù C, Panunzi S, De Gaetano A, Macchia G, Deodato F, Cece MG, Cirocco M, Di Castelnuovo A, Iacoviello L, Valentini V, Cellini N, de Gaetano G.
Int J Radiat Oncol Biol Phys. 2009 Aug 1;74(5):1501-5.

22-07-2009

Il crescente interesse verso gli effetti radio-protettivi degli antiossidanti naturalmente presenti nella dieta, come la caffeina, la genisteina e la melatonina, è giustificato dal fatto che i farmaci comunemente utilizzati nelle prevenzione degli effetti indesiderati della radioterapia sono spesso molto costosi, comportano effetti tossici, e possono proteggere anche le cellule tumorali dalle radiazioni (riducendone quindi l’efficacia terapeutica).
Gli autori di questo studio hanno messo in relazione il consumo di vino, ricco di composti antiossidanti come i polifenoli ed i tannini, con la tossicità associata alla radioterapia in circa 350 donne già affette da carcinoma mammario e sottoposte ad interventi di mastectomia conservativa. La tossicità cutanea, che si è manifestata nel 38% circa delle pazienti astemie, è risultata ridotta di più del 50% tra coloro che assumevano regolarmente un bicchiere di vino al giorno. E’ rimasta invece invariata tra le donne con livelli di consumo giornalieri di vino superiori ai due bicchieri.
Secondo questi risultati, che confermano i benefici di interventi di tipo nutrizionale nella riduzione dell’incidenza e della gravità degli effetti avversi della radioterapia, il vino (esclusivamente a dosi moderate) eserciterebbe un significativo effetto radioprotettivo. Ulteriori ricerche sono necessarie per testarne l’efficacia nella prevenzione dei danni associati alla radioterapia anche per altre tipologie di tumori e in altri tipi di pazienti.

Glossario

  • Caffeina

    Alcaloide contenuto nei semi del caffè e del cacao e nelle foglie del tè, della cola e del matè; esercita azione eccitante sul cuore e sul sistema nervoso.

  • Incidenza

    Il numero di nuovi casi osservati in una popolazione nell'unità di tempo (in genere un anno). Un'incidenza dell'infarto in una popolazione dell'1 per mille indica che, ogni anno, un soggetto su mille viene colpito dalla malattia. Da non confondere con "prevalenza" (vedi).

Radioprotective effect of moderate wine consumption in patients with breast carcinoma

PURPOSE: Given the high cost and side effects of radioprotective agents such as amifostine, attention has been focused on potentially equally effective but less expensive and toxic natural substances. We evaluated the potential radioprotective effects of wine in preventing skin toxicity in patients with breast cancer. METHODS AND MATERIALS: Before treatment, the medical history and habits of patients were assessed and the information recorded in their clinical folders. Patients were divided into three groups based on the dose/fractionation scheme used: control group, 60.4 Gy (standard technique); Modulated Accelerated Radiotherapy in Adjuvant treatment of breast cancer (MARA)-1 protocol group, 44 Gy (concomitant boost to tumoral bed); and MARA-2 protocol group, 60 Gy (concomitant boost to tumoral bed). The impact of the following variables on acute skin toxicity was evaluated by chart review: radiotherapy protocol, planning target volume (PTV), comorbidity (e.g., hypertension and diabetes), hemoglobin level before therapy, adjuvant hormone therapy, adjuvant chemotherapy, cigarette smoking, and drinking habits. RESULTS: The study population consisted of 348 patients. More severe skin toxicity was significantly associated with the radiotherapy protocol (p < 0.001) and median PTV (p = 0.005). In addition, the incidence of acute toxicity of Grade 2 or greater was higher in patients without alcohol intake (38.4% vs. 22.3%, p = 0.021). The daily amount of alcohol intake also influenced the incidence of skin toxicity, with an incidence of 38.4% in patients with no wine intake, 31.8% in patients drinking half a glass per day, 13.6% in patients drinking one glass per day, and 35.0% in patients drinking two glasses per day. Multivariate analysis showed that wine intake, PTV, and radiotherapy protocol were all significantly correlated with acute toxicity. CONCLUSIONS: Our results indicate that wine may have a radioprotective effect; however, prospective studies are needed to confirm this beneficial effect of wine and its components.

Stampa

Condividi