Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Dieta mediterranea e mobilità nell’anziano

31-10-2012

Shahar DR, Houston DK, Hue TF, Lee JS, Sahyoun NR, Tylavsky FA, Geva D, Vardi H, Harris TB.
J Am Geriatr Soc. 2012 Oct;60(10):1881-8. doi: 10.1111/j.1532-5415.2012.04167.x. Epub 2012 Oct 4.

L\'associazione tra dieta mediterranea e riduzione del rischio di malattie croniche trova ampia conferma in numerose evidenze scientifiche. Anche per il declino cognitivo associato all\'etá sono stati descritti i benefici di questo modello alimentare. Poche evidenze sono invece ad oggi disponibili sugli effetti della dieta mediterranea sulla qualitá della vita dell’anziano, e sono peraltro limitate apopolazioni che la consumano per tradizione.
In questo studio, la velocitá di una camminata della durata di 20 minuti, che rappresenta un buon indicatore di salute in etá avanzata, di 2.225 soggetti con più di 70 anni, è stata messa in relazione con l\'aderenza alla dieta mediterranea, definita con un punteggio (compreso tra 0-2,3-5 e 6-9 punti) e stimata mediante la compilazione di appositi questionari di frequenza di consumo degli alimenti.
La velocitá maggiore é stata registrata per coloro che assumevano una dieta piú simile a quella mediterranea, rispetto agli altri gruppi. Nell’arco di 8 anni, sia per coloro che camminavano piú velocemente che per coloro che tenevano un passo piú lento, é stata osservata una riduzione della velocitá, indipendentemente dallo stile alimentare. Tuttavia, la maggiore aderenza alla dieta mediterranea è risultata essere predittiva di un minor declino della velocità di camminata normale.
Questi risultati suggeriscono pertanto che, in popolazioni che non assumono regolarmente una dieta di tipo mediterraneo, l\'adozione di tale modello alimentare comporta effetti favorevoli per la mobilità degli anziani, in termini di maggiore mobilitá e qualitá della vita.

Glossario

  • Dieta mediterranea

    Regime alimentare a base di cereali integrali, legumi, ortaggi, frutta, olio d'oliva.

Adherence to Mediterranean Diet and Decline in Walking Speed over 8 Years in Community-Dwelling Older Adults.

OBJECTIVES:
To determine the association between Mediterranean diet (MedDiet) score and 20-m walking speed over 8 years.
DESIGN:
Health, Aging and Body Composition Study (Health ABC) beginning in 1997/98.
SETTING:
Community.
PARTICIPANTS:
Two thousand two hundred twenty-five well-functioning individuals aged 70 and older.
MEASUREMENTS:
Walking speed was assessed in relation to low, medium, and high adherence to the MedDiet (0-2, 3-5, 6-9 points, respectively).
RESULTS:
Individuals in the highest MedDiet adherence group were more likely to be male; less likely to smoke; and more likely to have lower body mass index, higher energy intake, and greater physical activity (P < .05). Usual and rapid 20-m walking speed were highest in the high MedDiet adherence group than in the other groups (high, 1.19 ± 0.19 m/s; medium, 1.16 ± 0.21 m/s; low, 1.15 ± 0.19 m/s, P = .02, for usual speed; high, 1.65 ±0.30 m/s; medium, 1.59 ± 0.32 m/s; low, 1.55 ± 0.30 m/s, P = .001, for rapid speed). Over 8 years, usual and rapid 20-m walking speed declined in all MedDiet adherence groups. Higher MedDiet adherence was an independent predictor of less decline in usual 20-m walking speed (P = .049) in generalized estimating equations adjusted for age, race, sex, site, education, smoking, physical activity, energy intake, health status, depression and cognitive score. The effect decreased after adding total body fat percentage to the model (P = .13). Similar results were observed for MedDiet adherence and rapid 20-m walking speed; the association remained significant after adjustment for total body fat percentage (P = .01). The interaction between time and MedDiet adherence was not significant in any of the models.
CONCLUSION:
Walking speed over 8 years was faster in those with higher MedDiet adherence at baseline. The differences remained significant over 8 years, suggesting a long-term effect of diet on mobility performance with aging.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419