Durata del sonno e rischio di ipertensione

Fang J, Wheaton AG, Keenan NL, Greenlund KJ, Perry GS, Croft JB.
Am J Hypertens. 2011 Nov 3. doi: 10.1038/ajh.2011.201. [Epub ahead of print]

09-11-2011

Numerose evidenze scientifiche dimostrano l’esistenza di un’associazione inversa tra la durata del sonno e il rischio di insorgenza di numerose malattie, tra cui il diabete, l’obesità e le malattie coronariche.
Lo studio della relazione tra la durata del sonno ed il rischio di ipertensione, invece, ha portato finora a risultati inconcludenti, soprattutto in termini di valutazione dell’impatto di fattori come età e sesso su tale associazione.
Il presente lavoro è stato condotto al fine di valutare l’effetto della durata del sonno sul rischio di ipertensione in soggetti stratificati per età e sesso. Per questo motivo sono stati analizzati i dati di 71.455 soggetti, partecipanti alle National Health Interview Surveys statunitensi.
Classificando i soggetti in funzione della durata del sonno (<6, 6, 7, 8, 9 e ≥10 ore/giorno), si osserva che la prevalenza di ipertensione risulta rispettivamente del 32,4%, 25,5 %, 22,2 %, 23,2 %, 25,5 e 32,5%; emerge pertanto una associazione a “U” tra durata del sonno e rischio di ipertensione.
Nel complesso, e rispetto al gruppo preso come riferimento (durata del sonno=8 ore), si riscontra un aumentato rischio di ipertensione negli adulti che riportano una durata del sonno sia troppo breve (<6 ore/giorno: Odds Ratio (OR)=1,49) e sia troppo lunga (≥10 ore/giorno: OR=1,20).
La stratificazione dei soggetti in funzione dell’età e del sesso fa inoltre emergere che il rischio di ipertensione aumenta, per una durata del sonno <6 ore/giorno, nelle donne con più di 65 anni (OR=1,44) e negli uomini con età tra 45 e 64 anni (OR=1,29) e, per una durata ≥10 ore/giorno, nelle donne con 45-64 anni (OR=1,45).
In conclusione, i risultati di questo studio dimostrano l’esistenza di un’associazione complessa, e non lineare, tra la durata del sonno e rischio di ipertensione; l’associazione è influenzata da fattori quali sesso e età, e, nel complesso, suggerisce una durata ottimale del sonno compresa tra 7 e 9 ore.

Glossario

  • Diabete

    Una patologia che si verifica quando l’organismo non è in grado di utilizzare il glucosio ematico. I livelli di glicemia sono controllati dall’insulina, un ormone prodotto dall’organismo che favorisce l’ingresso del glucosio nelle cellule muscolari e adipose. Il diabete insorge quando il pancreas non produce abbastanza insulina o l’organismo non risponde all’insulina che è stata prodotta.

  • Obesità

    Accumulo abnorme di grasso nell'organismo sotto forma di tessuto adiposo.

  • Ipertensione

    Aumento della pressione arteriosa al di sopra dei valori normali (nell'adulto 80-90 mm Hg di minima e 130-140 mmHg di massima). Può essere di origine secondaria (renale, endocrina, neurologica, ecc.) o primitiva (essenziale).

  • Prevalenza

    La percentuale dei soggetti della popolazione che ha una certa condizione in un dato momento. Dire che la prevalenza della malattia diabetica è del 5% significa che, nella popolazione in esame, al momento del rilievo, 5 soggetti su 100 sono diabetici. Da non confondere con "incidenza"(vedi).

Association of Sleep Duration and Hypertension Among US Adults Varies by Age and Sex.

Background:While short sleep duration has been related to hypertension, the impact of age and sex on this association is less well known. We examined the association between hours of sleep and hypertension prevalence among US adults by age and sex.
Methods: The study was conducted using data from the 2007-2009 National Health Interview Surveys (NHISs). The association between self-reported hours of sleep and prevalence of hypertension was assessed after stratifying by age and sex.
Results: Among 71,455 participants, age-standardized hypertension prevalence rates (%) were 32.4, 25.5, 22.2, 23.2, 25.5, and 32.5 among adults reporting sleep of <6, 6, 7, 8, 9, and ≥10 h/day, respectively (P < 0.001). There was a \"U\"-shaped association of hours of sleep and hypertension prevalence among all age and sex subgroups. Logistic regression models, using 8 h sleep/day as the referent, showed a greater likelihood of hypertension among those who slept <7 or ≥10 h/day after adjusting for sociodemographic, behavior, and health characteristics. Further stratifying by age and sex, while adjusting for all other characteristics, revealed that among adults less than 45 years, short (<6 h for men and <8 h for women) and long (≥10 h for men) sleep were associated with higher likelihood of hypertension. For other age/sex groups, short sleep (<6 h) was associated with higher likelihood of hypertension among middle-aged men and older women, as was long sleep (≥10 h) among middle-aged women.
Conclusions: This national sample study suggests that the association between hours of sleep and hypertension varies by age and sex.

Stampa

Condividi