Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home

Tutte le news

Oltre alla Dieta Mediterranea, anche il modello della sana Nordic Diet, basata su cibi caratteristici del Nord Europa, si dimostra efficace nel ridurre il rischio di infarto miocardico in uomini e donne oltre i 50 anni di età

In anziani ambosessi, il consumo di latte, yogurt e formaggi, secondo le indicazioni delle linee guida, mantiene la densità minerale ossea vertebrale e riduce la perdita d’osso femorale se è associato ad una regolare supplementazione con vitamina D

Negli adulti, consumare i pasti davanti a video o TV e preferire cibi preconfezionati si dimostrano fattori predittivi di obesità, più del consumo limitato dei pasti in famiglia

Negli uomini fumatori che consumano almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, il rischio di broncopneumopatia cronica ostruttiva si riduce fino al 40%

Secondo lo studio PREDIMED, condotto su soggetti ad alto rischio cardiovascolare, l’adesione alla Dieta Mediterranea, in particolare se arricchita con olio di oliva extravergine, migliora le funzionalità delle lipoproteine HDL rispetto a una dieta ipolipidica

Il consumo moderato e preferenziale di vino, o di birra, o di superalcolici, o di bevande alcoliche in generale, non influisce in modo differente sul rischio di diabete di tipo 2

In presenza delle metilxantine teobromina e caffeina gli effetti benefici dei flavanoli del cacao sulle funzioni cardiovascolari sono significativamente potenziati

Per non rinunciare ad un’alimentazione bilanciata, chi mangia spesso fuori casa può affidarsi alle informazioni nutrizionali riportate sulle confezioni di cibi pronti e sui menu

Il consumo regolare di più di 3 porzioni alla settimana di pesce, rispetto a un consumo di meno di 3 porzioni al mese, riduce l’incidenza di infarto miocardico nei soggetti con diabete di tipo 2

Dallo studio PREDIMED: il consumo di olio extravergine d’oliva (56,5 g al giorno in media) è un fattore decisivo per ridurre il rischio di fratture da osteoporosi, in uomini e donne già penalizzati da un alto rischio cardiovascolare.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  ... 
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419