Tutte le news

25-07-2019 La Dieta Paleolitica, che esclude cereali, legumi, latticini, riducendo l’apporto di amidi resistenti, modifica il microbiota e aumenta i livelli ematici di TMAO

La Dieta Paleolitica, promossa per il suo presunto effetto positivo sulla salute intestinale, si associa invece nel lungo termine a un aumento nel sangue dei livelli di TMAO (Trimetilamina-N-ossido), molecola associata a un maggior rischio cardiovascolare

25-07-2019 Il consumo regolare di tè, nero e/o verde, si associa a una riduzione del rischio di mortalità totale e cardiovascolare, di malattie cardiovascolari e metaboliche e di molti tumori

La valutazione combinata di 96 metanalisi conferma l’associazione tra il consumo costante di due-tre tazze di tè al giorno, nero e/o verde, e una riduzione del rischio di mortalità, totale e cardiovascolare, di molti tumori e, infine, di malattie cardiovascolari e metaboliche

25-07-2019 Nei soggetti normopeso che consumano il pasto lavorando al computer diminuisce la sazietà post-prandiale e aumenta lo stress, mentre resta invariato l’apporto calorico

In soggetti normopeso, consumare il pasto davanti al computer non influisce sulla quantità di energia assunta, mentre aumenta i livelli di stress e riduce la sensazione di sazietà post-prandiale

09-07-2019 L’assunzione di alti livelli di grassi polinsaturi, in particolare omega-3 di origine marina e acido linoleico della serie omega-6, si associa con una maggiore sopravvivenza nei diabetici di tipo 2

Nei soggetti con diabete di tipo 2, un maggior apporto di grassi polinsaturi e, nello specifico, di omega-3 e acido linoleico omega-6, si associa con la riduzione del rischio di mortalità cardiovascolare e per tutte le cause

09-07-2019 Il consumo regolare di derivati fermentati del latte, dallo yogurt ai formaggi a pasta dura, è correlato alla riduzione del rischio cardiovascolare e metabolico in una popolazione femminile

Nelle donne dai 45 anni in poi, il consumo regolare di latticini fermentati (yogurt e formaggi a pasta dura), si associa a una riduzione significativa del rischio di malattie cardiovascolari e metaboliche

09-07-2019 L’effetto protettivo delle fibre nei confronti di tumori e adenomi colorettali sembra essere differente a seconda della fonte dietetica

Le fibre fornite dai cereali eserciterebbero l’effetto protettivo più significativo nei confronti del rischio di tumori colorettali, mentre le fibre di verdure e frutta sembrano essere più efficienti nei confronti del rischio di adenomi

20-06-2019 L’efficacia di una dieta mirata al calo ponderale migliora se la suddivisione dell’apporto energetico ai pasti viene adeguata al cronotipo individuale

Adeguare la suddivisione dell’assunzione calorica ai pasti al diverso cronotipo consente di ottimizzare, seppure con effetti complessivamente moderati, gli effetti di un’alimentazione ipocalorica nelle persone sovrappeso e obese, in termini di percentuale di peso perso e di BMI

20-06-2019 L’assunzione regolare di frutta oleaginosa durante il primo trimestre di gravidanza si associa a migliori performance cognitive nella prole

Il consumo di frutta secca a guscio, nel primo trimestre di gravidanza, correla con un migliore sviluppo neuropsicologico della prole a 1,5, 5 e 8 anni. Gli stessi risultati non si ottengono se il consumo viene introdotto nel terzo trimestre

20-06-2019 Per contenere l’aumento di peso fisiologico per età l’alimentazione migliore è basata sull’apporto prevalente di vegetali a maggior indice qualitativo

Cereali integrali, frutta, verdura, legumi, frutta oleaginosa, oli vegetali, tè e caffè sono i prodotti vegetali da privilegiare in un’alimentazione destinata a controllare l’aumento di peso fisiologico che si osserva in genere con l’età

17-05-2019 Una metanalisi dimostra che il consumo quotidiano di proteine della soia riduce in modo moderato, ma significativo, il colesterolo LDL

Il consumo regolare di proteine della soia (circa 25 g/die) si conferma come uno degli interventi alimentari in grado di ridurre la colesterolemia totale e LDL in modo moderato, ma statisticamente significativo

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  ... 

Stampa

Condividi