Tutte le news

22-11-2019 La carne magra di maiale promuove l’adesione a un modello alimentare mediterraneo in una popolazione di adulti australiani

L’inserimento di 2-3 porzioni di carne suina magra favorisce l’adesione ad un regime alimentare di tipo mediterraneo (e i relativi benefici) da parte di soggetti con abitudini di consumo di quantità elevate di carni rosse e lavorate

22-11-2019 In uomini e donne, un regolare e consistente consumo di frutta fresca risulta associato alla riduzione del rischio di sindrome metabolica

A un consumo crescente e quotidiano di frutta fresca (tutta) si associa una riduzione del rischio di sindrome metabolica in entrambi i sessi. I dati sul consumo di verdura, invece, necessitano di studi più mirati

22-11-2019 L’assunzione di alte dosi di sucralosio per una settimana, da parte di volontari sani, non modifica la risposta glicemica o insulinemica, né la composizione del microbiota intestinale

Il consumo di sucralosio ad alte dosi per una settimana, raffrontato a un placebo, non altera la risposta glicemica né quella insulinemica post-prandiale e non induce alcun cambiamento nella composizione del microbiota intestinale

22-10-2019 Il cacao amaro riduce la reattività cardiovascolare indotta dallo stress mentale acuto in soggetti giovani e normotesi

Una singola dose di cioccolato amaro (1 g/kg di peso), assunta due ore prima di uno stimolo stressogeno mentale (un test matematico), riduce l’aumento di pressione arteriosa e frequenza cardiaca conseguenti allo stress

22-10-2019 In soggetti normocolesterolemici, il consumo di olio di palma aumenta il colesterolo HDL senza influenzare gli altri parametri della lipidemia

Il consumo di olio di palma, da parte di persone con livelli di colesterolemia nella norma, non ha effetti negativi sulla concentrazione plasmatica di colesterolo totale, di colesterolo LDL e di trigliceridi, mentre aumenta i livelli del colesterolo legato alle HDL

22-10-2019 In uomini e donne oltre i 60 anni, un regolare apporto di omega-3 a lunga catena si associa con il mantenimento di una migliore funzionalità fisica e cognitiva nel tempo

In una popolazione di ultra 60enni, l’apporto regolare di omega-3 a lunga catena da fonti alimentari (più di 50 g/die di pesce azzurro o più di 1,4 g/die di EPA+DHA) ha dimostrato di proteggere nel tempo la funzionalità fisica e cognitiva

20-09-2019 Minor rischio di cardiopatia ischemica tra i consumatori di solo pesce e tra i vegetariani e vegani, tra i quali risulta invece aumentato il rischio di ictus

Il consumo esclusivo di pesce e l’alimentazione vegetariana e vegana sono associati a riduzione del rischio di cardiopatia ischemica, ma tra i vegetariani e i vegani aumenterebbe il rischio di ictus

20-09-2019 In una popolazione adulta, l’assunzione abituale di yogurt si associa a una riduzione del rischio di steatoepatopatia non alcolica

Il consumo abituale di yogurt da parte di una popolazione di adulti, uomini e donne, si associa a una ridotta frequenza di riscontro di steatoepatopatia non alcolica (o NAFLD, Non Alcoholic Fatty Liver Disease)

20-09-2019 La supplementazione con vitamina D in età adulta non influisce sulla mortalità totale, mentre induce una riduzione della mortalità per tumore

La supplementazione con vitamina D negli adulti, a confronto con placebo o con l’assenza di trattamento, non ha alcuna ricaduta sulla mortalità totale o per malattie cardiovascolari, mentre induce una significativa riduzione della mortalità per tumore

05-09-2019 Il consumo prevalente di proteine vegetali si associa nel tempo a un rischio ridotto di mortalità per tutte le cause, in particolare per cause cardio e cerebrovascolari

L’abitudine a consumare più proteine vegetali rispetto a quelle animali si associa nel tempo a una riduzione del rischio di mortalità totale, ma soprattutto del rischio di mortalità per cause cardio e cerebrovascolari

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  ... 

Stampa

Condividi