Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home

Tutte le news

Una prima colazione corretta nella composizione consumata regolarmente migliora, insieme con un’attività fisica su misura, la capacità di apprendimento degli allievi delle classi elementari.

L’aggiunta di 10 g di olio extravergine di oliva a un pasto bilanciato migliora la glicemia dopo il pasto e influisce positivamente sul profilo lipidemico di soggetti con pre-diabete.

In un gruppo di uomini in buona salute, l’assunzione di succo fresco di cranberry (il mirtillo rosso americano) migliora, già dopo 4 ore, l’elasticità delle pareti arteriose. L’effetto è associato alla presenza dei polifenoli nel succo, e specie dell’acido ferulico.

In uomini di 65-76 anni, seguiti per 25 anni, un maggior consumo di epicatechina, prevalente in tè nero e verde, cacao e mele, riduce il rischio di mortalità coronarica in tutti i soggetti e di mortalità cardiovascolare totale in chi soffre di cardiovasculopatie.

Analizzando i dati di nove studi condotti su un totale di 34.282 uomini e donne dai 60 anni in poi (caucasici e asiatici), emerge una riduzione del rischio di tutti i disturbi cognitivi per un’assunzione quotidiana e moderata di caffè (con o senza caffeina).

Questa metanalisi di studi prospettici mette in luce la significativa riduzione della mortalità totale all’aumentare del consumo quotidiano di cereali integrali. L’effetto più evidente è diretto sulla mortalità per cause cardiovascolari.

Consumare più frutta e verdura nella fascia d’età 13-18 anni e nella prima età adulta riduce il rischio di carcinoma mammario diagnosticato negli anni successivi.

I soggetti con diagnosi accertata di celiachia devono consumare una dieta a base di cereali e prodotti derivati senza glutine, che però comporta squilibri nutrizionali, sia come carenza di fibre, vitamine, minerali, sia come eccesso di calorie, zuccheri e grassi saturi.

Sia in adolescenti ambosessi di 15 anni circa, sia in ragazze di 18-20 anni, il migliore controllo del peso nel tempo si ottiene aumentando la spesa (e l’introito) di energia, piuttosto che riducendo l’apporto calorico.

Un estratto di curcuma all’88% di curcuminoidi, assunto quotidianamente da uomini e donne con un’età media pari a 66 anni, senza patologie vascolari o neurologiche, preserva la cognitività a breve termine meglio di un preparato placebo.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  ... 
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419