Tutte le news

26-02-2016 Un’adeguata idratazione quotidiana mantiene una corretta elasticità delle arterie, importante per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari

Assumere ogni giorno un’adeguata quantità di liquidi migliora la funzione endoteliale delle arterie (e quindi la loro elasticità) e rappresenta un fattore di protezione cardiovascolare.

26-02-2016 L’assunzione di latte e latticini fin dall’infanzia è protettiva nei confronti dell’incremento del peso e della massa grassa, anche durante l’adolescenza

L’assunzione regolare di latte e latticini a partire dall’infanzia si associa con una riduzione significativa sia di sovrappeso/obesità, sia dell’incremento di massa grassa e del rischio di aumento ponderale.

26-02-2016 Il consumo di cioccolato non aumenta il rischio di insufficienza cardica dopo i 50 anni, ma lo riduce anche se in modo non significativo

Questo studio, ramo della ricerca europea EPIC, dimostra che il consumo di cioccolato induce una lieve e non significativa riduzione del rischio di insufficienza cardiaca oltre i 50 anni.

10-02-2016 Nessuna relazione tra consumo di uova e rischio di diabete di tipo 2 in Europa e Giappone; il rischio aumenta modestamente negli Stati Uniti

Fonte di proteine ad alto valore biologico, di vitamine e di altri micronutrienti, il consumo di uova non si associa all’aumento del rischio di diabete di tipo 2, tranne che nella popolazione statunitense, forse a causa delle diverse modalità di preparazione.

10-02-2016 Le nocciole migliorano i livelli dei fattori di rischio cardiovascolare, anche se tostate e lievemente salate

Assunte regolarmente per 4 settimane, le nocciole influenzano positivamente il profilo lipidico (specie i livelli della colesterolemia HDL) e i valori pressori, sia al naturale che tostate e leggermente salate.

10-02-2016 I bambini finlandesi che consumano 450 ml al giorno di latte fortificato, nell’ambito di uno stile di vita attivo, hanno bassa probabilità di deficit di vitamina D

Il consumo di almeno tre bicchieri al giorno di latte fortificato, associato ad adeguata attività fisica ed esposizione alla luce solare, riduce in modo significativo la probabilità per i bambini finlandesi di avere bassi livelli di vitamina D nel sangue.

29-01-2016 Ricca di fibre e povera di grassi e di zuccheri: sembra questa l’alimentazione ideale per favorire un riposo notturno profondo e senza microrisvegli

Un riposo ristoratore, in cui prevalga il sonno non-REM (a onde lente) e si riducano i microrisvegli, è favorito da un’alimentazione con più fibre, meno grassi saturi e meno carboidrati.

29-01-2016 Consumare almeno una porzione al giorno di vegetali a foglia verde, riduce il rischio di glaucoma primario ad angolo aperto

I vegetali a foglia verde sono ricchi di nitrati che, metabolizzati in ossido nitrico, possono ridurre fino al 30% il rischio di glaucoma primario ad angolo aperto. Ne basta una porzione al giorno per fare la differenza.

29-01-2016 Il rischio di coronaropatia ischemica non dipende dalla quantità di grassi saturi assunta ma dal tipo di grasso considerato e dall’alimento che lo contiene

In una popolazione olandese, una maggiore assunzione di grassi saturi da latte e derivati, tra i quali prevalgono grassi saturi a corta e media catena, si associa ad un minor rischio di coronaropatia ischemica.

14-01-2016 Oltre i 70 anni, una maggiore assunzione di vitamina B6 nelle donne e di vitamina B12 negli uomini appare associata a riduzione del rischio di depressione

Nella popolazione oltre i 70 anni, un più alto introito di vitamina B6 da fonti alimentari nelle donne e di B12 negli uomini risulta protettivo nei confronti del rischio di depressione.

... 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20  ... 

Stampa

Condividi