Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home

Tutte le news

In maschi bianchi, afro-americani, nippo-americani e giapponesi di 40-49 anni, l’alcol a dosi eccessive emerge come fattore indipendente del rischio di aterosclerosi precoce, segnalata da una più rapida calcificazione della parete carotidea

Chi segue con più costanza le indicazioni della Dieta Mediterranea è più protetto nel tempo dal rischio di malattie ed eventi vascolari su base ischemica, e cioè coronaropatia, infarto miocardico e ictus ischemico

Ad ogni incremento di 28 grammi della quota giornaliera di cereali integrali corrisponde una riduzione significativa del rischio di mortalità totale, cardiovascolare e per tumore

Frazionare in più unità una porzione di qualsiasi cibo lo fa percepire più abbondante di quanto sia, stimola un maggior senso di sazietà attesa e aiuta a controllare l’assunzione complessiva dell’alimento

Aumentare il consumo di crucifere (broccoli, broccoletti, cavoli, cavolfiore), insieme a quello delle agliacee (cipolle, aglio, porri) riduce il rischio di mortalità cardiovascolare nelle donne dopo i 70 anni

Proteine, vitamine, minerali e grassi polinsaturi nella dieta vegetariana: queste le raccomandazioni della Società Italiana di Nutrizione Umana per non incorrere in possibili carenze

Uno studio di 10 settimane in ultra 70enni sani conferma l’aumento dell’apporto di proteine come strategia per contribuire a mantenere massa e forza muscolari

I dati dei due Nurses’ Health Study, condotti su infermiere di 25-55 anni, confermano la complessità dell’associazione tra abitudini alimentari e “food addiction” e non supportano l’esistenza di una dipendenza da zuccheri e carboidrati

L’assimilazione delle proteine della carne, nelle persone oltre i 65 anni, è assicurata soltanto da un’accurata cottura

Un consumo compreso tra 1,45 e 30 g al giorno di fibre ad alta viscosità (psillio, guar, beta-glucani da orzo e avena, pectina, konjac) riduce in circa 7 settimane la pressione sisto-diastolica in soggetti ipertesi

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  ... 
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419