Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home

Tutte le news

Una ricerca coordinata dallo IEO di Milano dimostra che un’alimentazione ad alto contenuto di oli vegetali polinsaturi, frutta, verdura e cereali diminuisce sgnificativamente, in donne e uomini forti fumatori di 50 anni e più, il rischio di carcinoma al polmone.

Una bevanda a base di cacao e latte parzialmente scremato, consumata regolarmente, aumenta il colesterolo HDL e riduce glicemia a digiuno e interleuchine pro-infiammatorie in adulti ambosessi (18-55 anni) sia sani, sia con un moderato incremento della colesterolemia totale.

Bere regolarmente acqua ricca di magnesio (e calcio) sembra contribuire alla diminuzione del rischio di fratture di femore in entrambi i sessi, nella fascia d’eta 55-85 anni.

Una ricerca italiana dimostra che la classica dieta mediterranea riesce a riequilibrare i llivelli di colesterolo e, di conseguenza, a diminuire lo spessore dell’intima-media carotidea anche in bambini (età 7,5 anni +/-2) ipercolesterolemici e con eccesso ponderale.

Uno studio chiarisce la relazione tra livelli plasmatici di ferro e la probabilità di sviluppare malattia di Parkinson.

Il consumo di pesce è inversamente associato alla mortalità totale e per ictus soprattutto negli uomini e alla mortalità correlata al diabete soprattutto nelle donne cinesi.

Confermati i benefici della prima colazione: se fatta tutti i giorni previene il diabete di tipo 2 in una popolazione femminile.

Meno sovrappeso per chi si reca al lavoro a piedi; anche diabete e ipertensione si riducono per chi si sposta in bicicletta. I risultati di uno studio indiano

Tre passeggiate al giorno da 15 minuti ciascuna sono efficaci nel controllo della glicemia in anziani a rischio di intolleranza al glucosio.

Secondo una revisione sistematica della letteratura l’inserimento dell’alimentazione complementare prima dei 4 mesi di vita aumenta il rischio di BMI elevato.

... 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30  ... 
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419