Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home

Tutte le news

La presentazione con parole accattivanti di piatti a base vegetale, sul menu della caffetteria all’Università di Stanford, frequentata da studenti e impiegati, si è dimostrata una mossa vincente per promuoverne il consumo

Il consumo quotidiano di verdure ricche di nitrati si associa a una maggiora protezione dallo sviluppo di malattie su base aterosclerotica nelle donne anziane, e ad una riduzione del rischio di mortalità vascolare

L’intervento finalizzato a ridurre sovrappeso/obesità dei genitori ha un effetto rilevante anche sul sovrappeso/obesità dei figli, che è indipendente dal loro coinvolgimento diretto nel programma di controllo ponderale

L’assunzione regolare di 30 g di cioccolato (con almeno il 30% di cacao), risulta associata a un minor rischio di fibrillazione atriale, in uomini e donne oltre i 50 anni

Il digiuno intermittente darebbe risultati sovrapponibili a quelli di un regime di restrizione calorica in adulti obesi (uomini e donne), sia dal punto di vista del calo ponderale, sia dal punto di vista della protezione cardiometabolica

Utilizzare la bicicletta per raggiungere il posto di lavoro riduce il rischio cardiometabolico e oncologico, diminuendo la mortalità per tutte le cause. Andare al lavoro a piedi protegge soltanto il versante cardiovascolare

Dopo i 60 anni, la frequenza di consumo di yogurt si associa in modo diretto al miglioramento dei marker di salute ossea e a un minor rischio di riduzione della funzionalità fisica per uomini e donne

Il consumo di almeno tre tazzine di espresso (o moka) al giorno, da parte di 6.989 uomini ultra 50enni dello studio Moli-sani, ha dimostrato di ridurre il rischio di carcinoma prostatico fino al 53%, rispetto alle assunzioni inferiori

Il corretto comportamento alimentare è fortemente condizionato, secondo i giovani e le donne di 5 paesi europei, da scarsa volontà, mancanza di tempo e gusti personali

Ridurre l’Indice Glicemico dei cibi e il Carico Glicemico dei pasti permette di controllare anche la pressione arteriosa, uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  ... 
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419