Tutte le news

15-05-2013 A basso contenuto di grassi e alto tenore di carboidrati: ecco il pasto migliore da un punto di vista metabolico, dopo l’esercizio fisico, per ragazzi obesi in età pre-puberale

La merenda a minor impatto metabolico per un ragazzino obeso dopo una seduta di attività fisica prevede, a parità di energia e proteine, pochi grassi, più carboidrati.

15-05-2013 L’assunzione costante e adeguata di flavonoli, non solo con il tè, riduce nelle donne over 75 la mortalità vascolare

Questa ricerca conferma i benefici vascolari dei flavonoli (flavonoidi antiossidanti) indipendentemente dalla fonte alimentare

15-05-2013 Un’alimentazione ricca di Solanacee fornisce all’organismo nicotina, che sembra essere associata alla riduzione del rischio di malattia di Parkinson idiopatica

I risultati di questo studio suggeriscono un potenziale effetto protettivo del consumo di peperoni, pomodori, succo di pomodoro e patate, ricchi di nicotina, nei confronti della malattia di Parkinson idiopatica.

01-05-2013 Consumo di alcol e caffè (con o senza caffeina) e rischio di morte cardiaca improvvisa nelle donne in post-menopausa

Secondo i dati raccolti su oltre 93mila donne in post-menopausa, un moderato consumo di alcol può ridurre il rischio di morte cardiaca improvvisa. Il consumo di caffè o caffeina è invece ininfluente.

01-05-2013 Il metabolismo intestinale della l-carnitina, abbondante nella carne rossa, tra i meccanismi promotori dell’aterosclerosi

Il microbiota intestinale metabolizza la l-carnitina della carne rossa a trimetilamina-N-ossido, una molecola correlata allo sviluppo di aterosclerosi.

01-05-2013 La teobromina del cacao (e non i flavonoidi) medierebbe l’aumento di HDL che si osserva dopo sole 4 settimane di assunzione regolare

Il consumo di 850 mg di teobromina al giorno (contenuta per esempio in circa 100 grammi di cioccolato aumenta significativamente i livelli plasmatici di colesterolo-HDL.

01-05-2013 La supplementazione con DHA in giovani adulti sani migliora la memoria

La supplementazione con DHA per sei mesi in giovani adulti sani si dimostra utile per migliorare la memoria e i tempi di reazione.

17-04-2013 L’orzo integrale è un importante alleato nella prevenzione della sindrome metabolica, attraverso il controllo del metabolismo glucidico, della sazietà e quindi dell’assunzione di cibo.

I carboidrati complessi dell’orzo integrale, consumato al pasto serale, modulano la risposta glicemica nel lungo periodo, condizionando il senso di sazietà e il desiderio di cibo nell’arco delle successive 16 ore.

17-04-2013 Un maggiore apporto di fibre con la dieta è associato a una riduzione del rischio di ictus, sia ischemico, sia emorragico

Una revisione critica degli studi condotti dal 1990 al 2012 correla un’adeguata assunzione di fibre con un ridotto rischio di ictus ischemico ed emorragico.

07-04-2013 Seguire con costanza le indicazioni su alimentazione e stile di vita contribuisce a ridurre significativamente la mortalità e promuove lo stato di salute a lungo termine

Lo studio europeo EPIC conferma che uno stile nutrizionale e di vita sano, secondo le raccomandazioni del Fondo mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF), è effettivamente in grado di promuovere longevità in salute.

... 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40  ... 

Stampa

Condividi