Tutte le news

07-07-2017 Un’alimentazione ricca di flavonoidi da tè e vino rosso, peperoni, mirtilli e fragole, sembra associata a una riduzione del rischio di mortalità specifica e per tutte le cause

Dai dati del Nurses’ Health Study emerge un’associazione diretta tra assunzione regolare di flavonoidi con l’alimentazione e riduzione del rischio di mortalità sia specifica, sia per tutte le cause

07-07-2017 Il consumo frequente (2 volte a settimana o più) di patate fritte, ma non di patate cucinate in modo diverso, si associa all’aumento del rischio di mortalità prematura

Limitare a non più di una-due volte a settimana il consumo di patate fritte protegge dal rischio di mortalità prematura che, invece, non aumenta consumando patate cucinate in altro modo

07-07-2017 Presentare nel menu con parole attraenti i piatti a base di verdure si dimostra un’ottima strategia per promuoverne il consumo

La presentazione con parole accattivanti di piatti a base vegetale, sul menu della caffetteria all’Università di Stanford, frequentata da studenti e impiegati, si è dimostrata una mossa vincente per promuoverne il consumo

13-06-2017 Nelle donne che consumano vegetali ricchi di nitrati diminuisce il rischio di mortalità per cause vascolari grazie alla riduzione dalle patologie su base aterosclerotica

Il consumo quotidiano di verdure ricche di nitrati si associa a una maggiora protezione dallo sviluppo di malattie su base aterosclerotica nelle donne anziane, e ad una riduzione del rischio di mortalità vascolare

13-06-2017 Trattare l’obesità dei genitori permette di ridurre il tasso di sovrappeso/obesità nei figli, anche senza un loro coinvolgimento diretto

L’intervento finalizzato a ridurre sovrappeso/obesità dei genitori ha un effetto rilevante anche sul sovrappeso/obesità dei figli, che è indipendente dal loro coinvolgimento diretto nel programma di controllo ponderale

13-06-2017 Il cioccolato, consumato regolarmente a dosi moderate, riduce in entrambi i sessi, dopo i 50 anni, il rischio di fibrillazione atriale

L’assunzione regolare di 30 g di cioccolato (con almeno il 30% di cacao), risulta associata a un minor rischio di fibrillazione atriale, in uomini e donne oltre i 50 anni

26-05-2017 In uomini e donne obesi, si raggiungerebbero risultati sovrapponibili su perdita di peso e cardioprotezione sia con il digiuno intermittente, sia con la restrizione calorica

Il digiuno intermittente darebbe risultati sovrapponibili a quelli di un regime di restrizione calorica in adulti obesi (uomini e donne), sia dal punto di vista del calo ponderale, sia dal punto di vista della protezione cardiometabolica

26-05-2017 In termini di salute, è meglio raggiungere il posto di lavoro in modo comunque attivo; ma l'uso della bicicletta consente di ottenere risultati globalmente migliori rispetto al camminare

Utilizzare la bicicletta per raggiungere il posto di lavoro riduce il rischio cardiometabolico e oncologico, diminuendo la mortalità per tutte le cause. Andare al lavoro a piedi protegge soltanto il versante cardiovascolare

26-05-2017 Oltre i 60 anni, la frequenza di consumo di yogurt si associa in modo diretto a maggior densità ossea e funzionalità fisica migliore in entrambi i sessi

Dopo i 60 anni, la frequenza di consumo di yogurt si associa in modo diretto al miglioramento dei marker di salute ossea e a un minor rischio di riduzione della funzionalità fisica per uomini e donne

05-05-2017 Secondo i dati dello studio Moli-sani, il consumo regolare di caffè espresso contribuisce, negli ultra 50enni, a dimezzare il rischio di carcinoma prostatico

Il consumo di almeno tre tazzine di espresso (o moka) al giorno, da parte di 6.989 uomini ultra 50enni dello studio Moli-sani, ha dimostrato di ridurre il rischio di carcinoma prostatico fino al 53%, rispetto alle assunzioni inferiori

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10  ... 

Stampa

Condividi