Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Frequenza di consumo dei pasti, qualità della dieta e rischio di tumori al colon-retto

02-05-2012

Mekary RA, Hu FB, Willett WC, Chiuve S, Wu K, Fuchs C, Fung TT, Giovannucci E.
Am J Epidemiol. 2012 Apr 1;175(7):664-72. Epub 2012 Mar 2.

Numerosi studi, che hanno evidenziato la relazione tra la prevalenza di tumori del colon-retto e particolari caratteristiche della dieta, non hanno tuttavia chiarito l’influenza della frequenza di consumo dei pasti sul rischio di sviluppare questa patologia.
La frequenza di consumo dei pasti nell’arco della giornata e la qualità complessiva della dieta sono state valutate, mediante l’analisi di idonei questionari di frequenza di consumo, in circa 35000 uomini americani, e sono state correlate con l’incidenza di cancro al colon-retto durante 14 anni di follow-up. Il rischio di tumore, sia al color che al retto, non è risultato differente nei soggetti che assumevano 5-8 pasti al giorno rispetto a coloro che ne assumevano 3. Tuttavia gli autori hanno rilevato una riduzione del rischio in relazione al consumo di più pasti al giorno per coloro che seguivano una dieta più sana (caratterizzata da un elevato punteggio di dieta DASH), e ancora di più per gli uomini che presentavano una maggiore sensibilità all’insulina (normopeso, che consumavano 2 o più 2 caffè al giorno e che praticavano più ed elevati livelli di attività fisica).
I risultati di questo studio prospettico suggeriscono quindi un effetto protettivo del maggior numero di pasti consumati nell’arco della giornata, nell’ambito di un’alimentazione equilibrata, nei confronti del cancro al colon-retto, soprattutto nei soggetti presumibilmente con più alta sensibilità insulinica.

Glossario

  • Prevalenza

    La percentuale dei soggetti della popolazione che ha una certa condizione in un dato momento. Dire che la prevalenza della malattia diabetica è del 5% significa che, nella popolazione in esame, al momento del rilievo, 5 soggetti su 100 sono diabetici. Da non confondere con "incidenza"(vedi).

  • Incidenza

    Il numero di nuovi casi osservati in una popolazione nell'unità di tempo (in genere un anno). Un'incidenza dell'infarto in una popolazione dell'1 per mille indica che, ogni anno, un soggetto su mille viene colpito dalla malattia. Da non confondere con "prevalenza" (vedi).

The Joint Association of Eating Frequency and Diet Quality With Colorectal Cancer Risk in the Health Professionals Follow-up Study.

The results of most case-control studies have suggested a positive association between eating frequency and colorectal cancer risk. Because no prospective cohort studies have done so to date, the authors prospectively examined this association. In 1992, eating frequency was assessed in a cohort of 34,968 US men in the Health Professionals Follow-up Study. Cox proportional hazards regression models were used to estimate relative risks and 95% confidence intervals for various levels of eating frequency. Effect modifications by overall dietary quality (assessed using the Diet Approaches to Stop Hypertension score) and by factors that influence insulin resistance were further assessed. Between 1992 and 2006, a total of 583 cases of colorectal cancer were diagnosed. When comparing the highest eating frequency category (5-8 times/day) with the reference category (3 times/day), the authors found no evidence of an increased risk of colorectal cancer (multivariate relative risk = 0.88, 95% confidence interval: 0.62, 1.26) or colon cancer (multivariate relative risk = 0.78, 95% confidence interval: 0.49, 1.25). There was an implied inverse association with eating frequency among participants who had healthier diets (high Diet Approaches to Stop Hypertension score; P for interaction = 0.01), especially among men in the high-insulin-sensitivity group (body mass index (weight (kg)/height (m)(2)) <25, ≥2 cups of coffee/day, and more physical activity; P for interaction < 0.01, P for trend = 0.01). There was an implied protective association between increased eating frequency of healthy meals and colorectal cancer risk and in men with factors associated with higher insulin sensitivity.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419