Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Già in età pre-puberale l’alimentazione di tipo mediterraneo permette di controllare l’ipercolesterolemia e lo spessore della parete carotidea in soggetti dislipidemici, sia normopeso, sia sovrappeso

11-07-2013

Giannini C, Diesse L, D'Adamo E, Chiavaroli V, de Giorgis T, Di Iorio C, Chiarelli F, Mohn A.
Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2013 Jun 25.

Viene dall’Università di Chieti questa ulteriore dimostrazione del valore della Dieta mediterranea nel controllo dei disordini lipidemici e delle loro conseguenze anche nell’infanzia. Nello specifico, sono stati reclutati bambini, maschi e femmine, in età prepuberale, tutti ipercolesterolemici, ma non tutti sovrappeso/obesi. Nessuno di loro aveva una storia familiare di dislipidemia o soffriva di dislipidemia familiare. Il confronto è stato fatto con un gruppo omogeneo per età e sesso, ma normolipidemico e normopeso. I ragazzini del primo gruppo hanno seguito per 12 mesi una dieta di tipo mediterraneo, con alto apporto di fibre, frutta e verdura, acidi grassi mono e polinsaturi (<30% grassi, >55% Carboidrati, 12-14% proteine, con un apporto di Colesterolo/die < 200 mg). Al termine dello studio, tutti i ragazzini del primo gruppo, che all’inizio presentavano una colesterolemia totale media oltre 260 mg/dl, una colesterolemia LDL media oltre 180 mg/dl e uno spessore dell’intima-media carotidea di 0,37 mm, sono riusciti a ridurre in modo significativo tutti i parametri alterati. Nei soggetti sovrappeso/obesi, inoltre, si è ottenuto una significativa riduzione dell’eccesso ponderale. Gli Autori concludono quindi con un forte incoraggiamento ai pediatri perché sostengano l’utilità della Dieta mediterranea fin dai primi anni di vita, e ancor più nei bambini che presentano già problemi di sovrappeso/Obesità, nell’ottica di una prevenzione cardiovascolare e metabolica di lungo periodo.

Glossario

  • Dieta mediterranea

    Regime alimentare a base di cereali integrali, legumi, ortaggi, frutta, olio d'oliva.

  • Carboidrati

    Rappresentano la principale fonte energetica della dieta. Sono di due tipi: semplici e complessi. I semplici sono gli zuccheri, i complessi includono amido e fibra. Forniscono 4 calorie per grammo. Si trovano naturalmente in pane, cereali, frutta, verdura, latte e latticini. Torte, biscotti, gelati, caramelle, succhi di frutta e altri alimenti di questo tipo sono ricchi di zuccheri.

  • Colesterolo

    Presente nel sangue, costituente essenziale della membrana cellulare, interviene nella formazione degli ormoni sessuali e corticosteroidei e dei sali biliari. Può essere di origine esogena (alimentare) ed endogena (sintesi epatica). Nel sangue il colesterolo è veicolato tramite i trigliceridi e le lipoproteine (HDL e LDL).

Influence of the Mediterranean diet on carotid intima-media thickness in hypercholesterolaemic children: A 12-month intervention study.

BACKGROUND AND AIMS:
The Mediterranean diet has been recognised as having a protective role on the cardiovascular system due to its low lipid and high antioxidant content. Lipid profile and oxidant status represent two important risk factors related to endothelial dysfunction, even at early stages of cardiovascular disees. The aim of the study was to evaluate the influence of a 12-month Mediterranean diet on the variation of lipid profile and carotid intima-media thickness (cIMT) in pre-pubertal hypercholesterolaemic children.
METHODS AND RESULTS:
We performed a cross-sectional study comparing lipid profile and cIMT in a group of 68 pre-pubertal children (36 with hypercholesterolaemia and 32 controls). In addition, in the hypercholesterolaemic children a 12-month intervention programme with a Mediterranean diet was started to evaluate the variation of lipid profile and cIMT. At baseline, hypercholesterolaemic children showed a significantly higher cIMT (both right and left carotid artery) compared to controls (both p < 0.05). After 12 months of diet intervention, a significant reduction of total cholesterol, LDL-cholesterol and cIMT was documented (all p < 0.05). Furthermore, at the end of follow-up, delta body mass index-Standard Deviation score and delta LDL-cholesterol were significantly and independently related to the changes of cIMT (both p < 0.05).
CONCLUSION:
The Mediterranean diet represents a valid approach in the treatment of hypercholesterolaemia even during childhood.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419