Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Il consumo di cereali integrali correla negativamente con il rischio di mortalità totale, cardiovascolare e per tumore

24-11-2017

Zhang B, Zhao Q, Guo W, Bao W, Wang X.
Eur J Clin Nutr. 2017 Nov 1. [Epub ahead of print]

I benefici del consumo regolare di cereali integrali (in cui sono mantenuti gli strati esterni del chicco, ricchi di fibre, minerali, vitamine e altri fitocomposti ad azione protettiva) trovano sempre maggiori conferme. L’analisi più recente ha considerato i dati relativi a oltre un milione di adulti e anziani, uomini e donne, con abitudini di consumo molto diverse, seguiti per almeno 4 e fino a un massimo di 26 anni.
I risultati di tutti gli studi esaminati, combinati in una metanalisi, concordano nell’indicare un’associazione inversa tra livelli di consumo di cereali integrali e riduzione del rischio di mortalità, sia totale (cioè per tutte le cause), sia nello specifico della mortalità cardiovascolare, o per tumori. In particolare, tra i maggiori consumatori di cereali integrali, che ne assumevano in media 186 g al giorno, il rischio di mortalità cardiovascolare e per tumori sono risultati ridotti del 17% e del 6% rispettivamente,  rispetto a coloro che ne consumavano pochi o non ne consumavano affatto.
Ancora: per ogni incremento di 28 g del consumo giornaliero di cereali integrali, il rischio di mortalità totale a distanza di tempo si riduceva in media del 9%, mentre diminuiva del 14% il rischio di mortalità cardiovascolare e del 3% quella per tumore. I risultati di questa metanalisi confermano quindi ancora una volta l’importanza della promozione dei cereali integrali come componenti di un’alimentazione equilibrata finalizzata al mantenimento di salute e benessere.

Glossario

  • Metanalisi

    Tecnica che combina i risultati di molti studi, di impianto simile e che hanno esaminato quesiti simili, per aumentare la numerosità del campione di valori su cui si ragiona e quindi l'affidabilità delle conclusioni.

Association of whole grain intake with all-cause, cardiovascular, and cancer mortality: a systematic review and dose-response meta-analysis from prospective cohort studies.

BACKGROUND/OBJECTIVES: Whole grains are rich source of nutrients and have shown beneficial effects on human health. This study was designed to systematically review the existing results and quantitatively assess the dose-response relationship of whole grain intake with all-cause and cause-specific mortality.
SUBJECTS/METHODS: We searched 'whole grain' or 'whole grains' in combination with 'mortality'' or 'cardiovascular disease' or 'cancer' through the Web of Science and PubMed databases till 20 January 2016. To be eligible for inclusion, publications should be prospective cohort studies and reported the influence of whole grain intake on human mortality. Relative risks (RRs) and 95% confidence intervals (CIs) from the included studies were pooled by a random effects model or fixed effect model.
RESULTS: We included 19 cohort studies from 17 articles, with 1 041 692 participants and 96 710 deaths in total, in the analyses. We observed an inverse relationship of whole grain intake with risk of total, cardiovascular disease and cancer mortality. The pooled RR was 0.84 (95% CI 0.81-0.88, n=9) for total mortality, 0.83 (95% CI 0.79-0.86, n=8) for CVD mortality and 0.94 (95% CI 0.87-1.01, n=14) for cancer mortality, comparing the highest intake of whole grain with the lowest category. For dose-response analysis, we found a nonlinear relationship of whole grain intake with risk of total, cardiovascular and cancer mortality. Each 28 g/d intake of whole grains was associated with a 9% (pooled RR: 0.91 (0.90-0.93)) lower risk for total mortality, 14% (pooled RR: 0.86 (0.83-0.89)) lower risk for CVD mortality and 3% (pooled RR: 0.97 (0.95-0.99)) lower risk for cancer mortality.
CONCLUSIONS: Our study shows that whole grain intake was inversely associated with risk of total, CVD and cancer mortality. Our results support current dietary guidelines to increase the intake of whole grains. Government officials, scientists and medical staff should take actions to promote whole grains intake.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419