Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Il latte vaccino e la bevanda estratta dalla soia esercitano effetti simili sulla glicemia dopo-pasto, ma con meccanismi differenti

20-09-2016

Sun L, Tan KW, Siow PC, Henry CJ.
Br J Nutr. 2016 Sep 9:1-6. [Epub ahead of print]

Sia la bevanda a base di soia (impropriamente definita “latte”), sia il latte vaccino riducono la glicemia post-prandiale. La loro composizione in proteine e zuccheri (lattosio, cioè uno zucchero composto, nel latte vaccino, e saccarosio, cioè lo zucchero bianco, nella bevanda di soia) è però diversa: e questo si tradurrebbe in differenze nei meccanismi di controllo della glicemia stessa.
La dimostrazione di queste differenze viene da uno studio condotto in Cina, paese in cui la bevanda a base di soia è molto popolare, data l’elevata prevalenza di intolleranza al lattosio, tipica delle popolazioni di razza asiatica. I ricercatori hanno valutato la glicemia e il profilo ormonale correlato al metabolismo dell’insulina in soggetti sani, che avevano consumato uno spuntino a base di 58 g di pane bianco (alimento a elevato indice glicemico), con 322 ml di una bevanda a base di soia, o con una pari quantità di latte vaccino, oppure 91 g di pane bianco con 322 ml di acqua. I tre spuntini fornivano la stessa quantità di calorie, ma con un ben diverso contenuto di proteine e di zuccheri.
Gli esami effettuati a 30 minuti, dopo un’ora, due ore e tre ore hanno permesso di dimostrare l’effetto ipoglicemizzante della bevanda a base di soia e del latte vaccino, rispetto all’acqua. Il meccanismo di questo effetto, secondo gli autori, è tuttavia differente per le due bevande: la bevanda a base di soia stimola infatti l’increzione del GIP (glucose-dependent insulinotropic peptide), che promuove il rilascio immediato di insulina, mentre il latte vaccino agirebbe (come i più recenti ipoglicemizzanti) stimolando il GLP-1 (Glucagon Like Peptide-1), ormone che rallenta lo svuotamento gastrico, riducendo così il picco glicemico e modulando, di conseguenza, la risposta insulinemica.

Glossario

  • Prevalenza

    La percentuale dei soggetti della popolazione che ha una certa condizione in un dato momento. Dire che la prevalenza della malattia diabetica è del 5% significa che, nella popolazione in esame, al momento del rilievo, 5 soggetti su 100 sono diabetici. Da non confondere con "incidenza"(vedi).

  • Indice glicemico

    L'Indice Glicemico (Glycemic Index, o GI della letteratura anglosassone) è un indice della risposta glicemica indotta, nello stesso soggetto, da una quantità specifica di carboidrati in rapporto a un’equivalente quantità di carboidrati proveniente da un alimento standard.

Soya milk exerts different effects on plasma amino acid responses and incretin hormone secretion compared with cows' milk in healthy, young men.

Apart from the well-known action of insulin, the mechanism by which soya and cows' milk improve postprandial glycaemia control was examined. In total, twelve healthy, young, Chinese men were studied on three separate occasions, in random order with isovolumetric (322 ml) control water, soya milk and cows' milk. Plasma total amino acid concentrations increased 30 min after test meals consumption and were higher after soya milk (230 %) and cow milk (240 %) consumption compared with water. Cows' milk ingestion induced higher branched-chain amino acids (BCAA) (40 %) than soya milk. Postprandial incretin concentrations increased after meal consumption. Cows' milk meal was accompanied by higher incremental AUC (iAUC) (170 %) for glucagon-like peptide-1 (GLP-1) compared with soya milk and control (P=0·06). However, glucose-dependent insulinotropic polypeptide (GIP) concentrations increased to significantly greater levels after soya milk consumption (iAUC 60 % higher) compared with cows' milk and control. Consumption of both soya and cows' milk with carbohydrates induced a similar reduction in glycaemic response through a different mechanism, beyond insulin action. Plasma amino acids (alanine and arginine), and incretins in particular (GIP was stimulated), may be involved in the hyperinsulinaemia after soya milk meals. However, BCAA and GLP-1 release may be responsible for the reduced glycaemia after cows' milk consumption by delaying gastric emptying. This could be the result of different milk protein/amino acid composition, but also differences in milk carbohydrate composition (i.e. lactose v. sucrose). It can be concluded that soya milk is a good alternative to cows' milk with regard to glycaemic regulation, with different mechanisms involved.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419