Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

In post-menopausa, seguire uno stile di vita complessivamente sano permette di ridurre il rischio di ictus ischemico di oltre il 50%

17-10-2014

Larsson SC, Akesson A, Wolk A.
Neurology. 2014 Oct 8. pii: 10.1212/WNL.0000000000000954. [Epub ahead of print]

Questo ampio studio svedese ha indagato la correlazione tra la combinazione di diversi elementi di uno stile di vita sano e la riduzione del rischio di ictus ischemico in una coorte femminile in post-menopausa. Gli Autori hanno osservato che la combinazione di più elementi protettivi può portare al dimezzamento del rischio di ictus ischemico e del rischio complessivo di ictus, rispetto all’assenza di elementi di salute. Nel dettaglio, gli Autori hanno riscontrato una riduzione del rischio del 9% con la sola attività fisica, del 17% con il  non fumare e, di quote variabili comprese tra queste due percentuali, con le altre componenti. Infatti, all’interno del gruppo esaminato, la diminuzione del rischio andava di pari passo con il rispetto di più fattori di sano stile di vita. È altrettanto interessante, ai fini di una prevenzione mirata, notare che un BMI ≤ 25 kg/m(2) è l’unico elemento sicuramente correlabile alla riduzione dell’ictus emorragico. La ricerca svedese conferma quanto già emerso in più ampi studi di popolazione, quali il Nurses’ Health Study e l’Women’s Health Study, arricchendola di dati precisi sul peso dell’interazione tra i vari fattori protettivi.

Glossario

  • Correlazione

    Valutazione della relazione esistente tra differenti variabili, che non implica necessariamente un rapporto di causa ed effetto tra loro. Il tipo di relazione più frequentemente studiato è quello lineare (una retta in un piano cartesiano) in questo caso la forza della correlazione viene espressa con un numero (r) che varia da -1 (la maggiore correlazione negativa possibile) a +1 (la maggiore correlazione positiva possibile) un valore pari a 0 indica assenza di qualsiasi correlazione.

  • Ictus

    Manifestazione acuta di lesione focale cerebrale.

Healthy diet and lifestyle and risk of stroke in a prospective cohort of women

OBJECTIVE: To investigate the association between a low-risk lifestyle and risk of stroke.
METHODS: The study population comprised 31,696 women, in the population-based Swedish Mammography Cohort who at baseline had completed a questionnaire about diet and lifestyle and were free from cardiovascular disease and cancer. We defined a low-risk lifestyle as a healthy diet (top 50% of a Recommended Food Score), moderate alcohol consumption (5-15 g/d), never smoking, physically active (walking/bicycling ≥40 min/d and exercise ≥1 h/wk), and body mass index below 25 kg/m(2). Stroke cases were identified from the Swedish National Patient Register and the Swedish Cause of Death Register.
RESULTS: We ascertained 1,554 incident stroke cases, including 1,155 cerebral infarctions, 246 hemorrhagic strokes, and 153 unspecified strokes during 10.4 years of follow-up. The risk of stroke, in particular cerebral infarction, decreased steadily with increasing number of low-risk lifestyle factors. Compared with no low-risk factors, the multivariable relative risks (95% confidence interval) of cerebral infarction across increasing number of low-risk factors (1-5) were 0.72 (0.56-0.93), 0.67 (0.52-0.85), 0.57 (0.44-0.74), 0.54 (0.40-0.73), and 0.38 (0.20-0.73).
CONCLUSIONS: These findings indicate that a low-risk lifestyle can substantially reduce the risk of stroke, especially cerebral infarction.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419