Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

La frequenza dell’esercizio fisico è importante per il controllo glicemico in anziani a rischio di intolleranza al glucosio

14-06-2013

DiPietro L, Gribok A, Stevens MS, Hamm LS, Rumpler W.
Diabetes Care June 11, 2013

I benefici dell’attività fisica costante sono ben noti. I risultati di alcuni studi di popolazione indicano che camminare di buon passo almeno 30 minuti al giorno contribuisce a ridurre il rischio di sviluppare malattie cronico degenerative nella popolazione generale.
In un campione di uomini e donne con più di 60 anni, non obesi, con valori di glicemia a digiuno compresi tra 105 e 125 mg/dL e a rischio di ridotta tolleranza al glucosio (una condizione che si associa all’aumento del rischio cardiovascolare), camminare per soli 15 minuti tre volte al giorno, mezz’ora dopo i tre pasti principali della giornata, ha avuto lo stesso effetto positivo di un’unica passeggiata mattutina da 45 minuti a ritmo più sostenuto, sul controllo della glicemia nell’arco delle 24 ore. Rispetto a alla singola passeggiata, le brevi camminate postprandiali, seppure di intensità moderata, sono risultate efficaci anche nella riduzione significativa della glicemia nelle 3 ore successive alla cena.
Questa osservazione suggerisce che i momenti dedicati all’attività fisica sono importanti per il controllo glicemico come la durata e l’intensità dell’attività stessa e che, allo stesso modo di alcuni trattamenti farmacologici, “dosi” più piccole di movimento più volte nel corso della giornata possono funzionare meglio in termini preventivi di un’unica “dose” elevata. I risultati di questo studio hanno una notevole valenza pratica: l’abitudine alle tre passeggiate giornaliere può essere facilmente adottata da tutti, anche da chi deve evitare l’affaticamento eccessivo, in associazione alle attività quotidiane, come fare la spesa o portare a spasso il cane.

Three 15-min Bouts of Moderate Postmeal Walking Significantly Improves 24-h Glycemic Control in Older People at Risk for Impaired Glucose Tolerance

OBJECTIVE The purpose of this study was to compare the effectiveness of three 15-min bouts of postmeal walking with 45 min of sustained walking on 24-h glycemic control in older persons at risk for glucose intolerance.
RESEARCH DESIGN AND METHODS Inactive older (≥60 years of age) participants (N = 10) were recruited from the community and were nonsmoking, with a BMI <35 kg m−2 and a fasting blood glucose concentration between 105 and 125 mg dL−1. Participants completed three randomly ordered exercise protocols spaced 4 weeks apart. Each protocol comprised a 48-h stay in a whole-room calorimeter, with the first day serving as the control day. On the second day, participants engaged in either 1) postmeal walking for 15 min or 45 min of sustained walking performed at 2) 10:30 a.m. or 3) 4:30 p.m.. All walking was on a treadmill at an absolute intensity of 3 METs. Interstitial glucose concentrations were determined over 48 h with a continuous glucose monitor. Substrate utilization was measured continuously by respiratory exchange (VCO2/VO2).
RESULTS Both sustained morning walking (127 ± 23 vs. 118 ± 14 mg dL−1) and postmeal walking (129 ± 24 vs. 116 ± 13 mg dL−1) significantly improved 24-h glycemic control relative to the control day (P < 0.05). Moreover, postmeal walking was significantly (P < 0.01) more effective than 45 min of sustained morning or afternoon walking in lowering 3-h postdinner glucose between the control and experimental day.
CONCLUSIONS Short, intermittent bouts of postmeal walking appear to be an effective way to control postprandial hyperglycemia in older people.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419