Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Maggiore è l’adesione alla dieta mediterranea minore è il rischio di sviluppare carcinoma gastrico

19-12-2013

Praud D, Bertuccio P, Bosetti C, Turati F, Ferraroni M, La Vecchia C.
Intl J Cancer. 2013 Nov 21. doi: 10.1002/ijc.28620.

Da due ricerche italiane di tipo caso-controllo, che hanno coinvolto tra il 1985 e il 2007 circa 1000 pazienti con carcinoma gastrico confermato istologicamente e 2.628 soggetti di controllo, emerge chiaramente una correlazione inversa tra l’adesione alla dieta mediterranea, valutata secondo il punteggio MDP (Mediterranean Dietary Pattern) e il rischio relativo di soffrire di carcinoma allo stomaco. La correlazione è lineare man mano che aumenta il punteggio MDP e resta invariata anche aggiustando i dati per età, sesso, livello di istruzione, BMI, abitudine al fumo e familiarità per la patologia. Gli alimenti che risultano più protettivi sono i vegetali non amidacei (sono escluse quindi le patate), la frutta, i legumi, il pesce e il consumo moderato di alcol.

Glossario

  • Correlazione

    Valutazione della relazione esistente tra differenti variabili, che non implica necessariamente un rapporto di causa ed effetto tra loro. Il tipo di relazione più frequentemente studiato è quello lineare (una retta in un piano cartesiano) in questo caso la forza della correlazione viene espressa con un numero (r) che varia da -1 (la maggiore correlazione negativa possibile) a +1 (la maggiore correlazione positiva possibile) un valore pari a 0 indica assenza di qualsiasi correlazione.

  • Dieta mediterranea

    Regime alimentare a base di cereali integrali, legumi, ortaggi, frutta, olio d'oliva.

Adherence to the Mediterranean diet and gastric cancer risk in Italy.

We investigated gastric cancer risk in relation to the adherence to the Mediterranean diet using data from two case-control studies conducted in Italy between 1985 and 2007, including 999 incidents, histologically confirmed gastric cancers and 2,628 controls admitted to hospital for acute non-neoplastic diseases. Adherence to the Mediterranean diet was assessed using the Mediterranean Diet Score (MDS) based on nine of the major characteristics of the Mediterranean diet in the overall dataset. The Mediterranean Dietary Pattern adherence index (MDP) and the Mediterranean Adequacy Index (MAI) were considered in the second study only. We estimated odds ratios (OR) and corresponding 95% confidence intervals (CI) of gastric cancer for categories of the three scores using multiple logistic regression models. We found a reduced risk of gastric cancer for increasing levels of the MDS: as compared to subjects in the lowest category of the MDS, the ORs were 0.78, 0.61 and 0.57 in subsequent levels of MDS, with a significant trend in risk. Risk estimates were consistent across strata of age, sex, education, smoking, body mass index, and family history of gastric cancer. We also observed a decreased risk of gastric cancer for the highest versus the lowest quintile for MDP and MAI, with OR of 0.58 and 0.71, respectively. Our study provides convincing evidence of a beneficial role of the Mediterranean diet on gastric cancer.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419