Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Nei fumatori ed ex-fumatori di sesso maschile un corretto consumo quotidiano di frutta e verdura taglia il rischio di broncopneumopatia ostruttiva

03-03-2017

Kaluza J, Larsson SC, Orsini N, Linden A, Wolk A.
Thorax. 2017 Feb 22. pii: thoraxjnl-2015-207851. doi: 10.1136/thoraxjnl-2015-207851. [Epub ahead of print]

Nuove conferme degli effetti protettivi del consumo di frutta e verdura emergono dai risultati dello studio COSM (Cohort of Swedish Men), condotto su 44.335 uomini, di età compresa tra 45 e 79 anni, seguiti in media per 13 anni. Il consumo regolare, e secondo le indicazioni delle linee guida, di questi alimenti (pari ad almeno 5 porzioni al giorno), ha infatti ridotto drasticamente (fino al 40%) il rischio di broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) sia nei fumatori, sia negli ex-fumatori.
La BPCO è in aumento: secondo le stime dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) è destinata a diventare la terza causa di morte nel mondo. Se l’abbandono del fumo resta il provvedimento fondamentale per abbattere il rischio respiratorio, è altrettanto necessario considerare tutte le possibili opzioni preventive per chi non riesce a smettere. La ricerca ha già accertato il ruolo di una dieta complessivamente corretta nella protezione del sistema respiratorio (compreso il rischio di BPCO). Questo studio va oltre, grazie al coinvolgimento di un numero consistente di soggetti, adulti e anziani, seguiti per molti anni, che ha permesso di quantificare i benefici dell’apporto regolare e sostenuto (almeno 5 porzioni al giorno) di frutta e verdura.
Il confronto tra chi consuma frutta e verdura in quantità insufficienti (meno di 2 porzioni al giorno) e chi ne consuma 5 porzioni o più mette infatti in luce una riduzione del rischio di sviluppare BPCO pari al 40% nei fumatori, e al 34% negli ex-fumatori. Analizzando separatamente il contributo preventivo di frutta e di verdura, emerge come il maggior consumo di frutta sia efficace sia nei fumatori, sia negli ex-fumatori, mentre il consumo elevato di verdura è più efficace nei fumatori, rispetto a chi non fuma più. I ricercatori hanno anche calcolato che ogni porzione di vegetali in più riduce il rischio di BPCO dell’8%: a risultare significativo in questo studio è soprattutto il consumo di mele, pere, peperoni e verdure a foglia rispetto ad altri tipi di frutta e verdura.
Gli Autori concludono sottolineando ancora una volta la necessità di sostenere le campagne per l’abbandono delle sigarette, ma anche l’opportunità preventiva offerta da un costante e sostenuto apporto di frutta e verdura, che si estende anche a chi ha smesso di fumare.

Fruit and vegetable consumption and risk of COPD: a prospective cohort study of men.

BACKGROUND: Antioxidants present in fruits and vegetables may protect the lung from oxidative damage and prevent COPD.
AIMS: To determine the association between fruit and vegetable consumption and risk of COPD by smoking status in men.
METHODS: The population-based prospective Cohort of Swedish Men included 44 335 men, aged 45-79 years, with no history of COPD at baseline. Fruit and vegetable consumption was assessed with a self-administered questionnaire.
RESULTS: During a mean follow-up of 13.2 years, 1918 incident cases of COPD were ascertained. A strong inverse association between total fruit and vegetable consumption and COPD was observed in smokers but not in never-smokers (p-interaction=0.02). The age-standardised incidence rate per 100 000 person-years in the lowest quintile (<2 servings/day) of total fruit and vegetable consumption was 1166 in current smokers and 506 in ex-smokers; among those in the highest quintile (≥5.3 servings/day), 546 and 255 per 100 000 person-years, respectively. The multivariable HR of COPD comparing extreme quintiles of total fruit and vegetable consumption was 0.60 (95% CI 0.47 to 0.76, p-trend <0.0001) in current smokers and 0.66 (95% CI 0.51 to 0.85, p-trend=0.001) in ex-smokers. Each one serving per day increment in total fruit and vegetable consumption decreased risk of COPD significantly by 8% (95% CI 4% to 11%) in current smokers and by 4% (95% CI 0% to 7%) in ex-smokers.
CONCLUSIONS: These results indicate that high consumption of fruits and vegetables is associated with reduced COPD incidence in both current and ex-smokers but not in never-smokers.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419