Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Obesità centrale e malattie coronariche

04-05-2011

Coutinho T, Kashish Goel K, Corrêa de Sá D, Kragelund C, Kanaya AM, Zeller M, Park JS, Kober L, Torp-Pedersen C, Cottin Y, Lorgis L, Sang-Hee Lee SH, Kim YJ, Randal Thomas, Roger VL, Somers VK, Lopez-Jimenez F.
J Am Coll Cardiol , 2011 May 10; 57(19):1877-1886.

Numerose evidenze scientifiche hanno dimostrato una correlazione tra indice di massa corporea e mortalità nella popolazione generale. Questa associazione sembra invece più complessa nei soggetti con malattia coronarica nei quali, paradossalmente, l’indice di massa corporea è risultato addirittura inversamente associato alla mortalità. In questi soggetti potrebbe pertanto essere più ragionevole l’utilizzo di altri indicatori di obesità, come la circonferenza vita o il rapporto vita/fianchi, ma ad oggi pochi studi sono stati condotti in questo ambito.
Dall’analisi di 2188 studi, gli autori di questo lavoro hanno selezionato 6 pubblicazioni che hanno coinvolto un totale di 15923 soggetti seguiti per un follow-up medio di 2.3 anni, durante i quali si sono registrati 5696 decessi. La valutazione dei risultati ha permesso di rilevare che, in pazienti con coronaropatia, la mortalità è associata inversamente all’indice di massa corporea (HR 0.64) e direttamente con l’obesità centrale (HR 1.70), anche nei soggetti con indice di massa corporea normale (HR 1.70) e maggiore di 30 (HR 1.93).
In conclusione, da questa revisione della letteratura emerge che l’obesità centrale, che è direttamente associata alla mortalità in soggetti coronaropatici, è un valido predittore per questa tipologia di pazienti.

Glossario

  • Correlazione

    Valutazione della relazione esistente tra differenti variabili, che non implica necessariamente un rapporto di causa ed effetto tra loro. Il tipo di relazione più frequentemente studiato è quello lineare (una retta in un piano cartesiano) in questo caso la forza della correlazione viene espressa con un numero (r) che varia da -1 (la maggiore correlazione negativa possibile) a +1 (la maggiore correlazione positiva possibile) un valore pari a 0 indica assenza di qualsiasi correlazione.

  • Obesità

    Accumulo abnorme di grasso nell'organismo sotto forma di tessuto adiposo.

Central Obesity and Survival in Subjects With Coronary Artery Disease: A Systematic Review of the Literature and Collaborative Analysis With Individual Subject Data Original Research Article

Objectives: The aim of this study was to examine the association of central (waist circumference [WC] and waist-hip ratio [WHR]) and total obesity (body mass index [BMI]) measures with mortality in coronary artery disease (CAD) patients.
Background: The question of which measure of obesity better predicts survival in patients with CAD is controversial.
Methods: We searched OVID/Medline, EMBASE, CENTRAL, and Web of Science from 1980 to 2008 and asked experts in the field for unpublished data meeting inclusion criteria, in which all subjects had: 1) CAD at baseline; 2) measures of WC or WHR; 3) mortality data; and 4) a minimum follow-up of 6 months.
Results: From 2,188 studies found, 6 met inclusion criteria. We obtained individual subject data from 4, adding unpublished data from a cardiac rehabilitation cohort. A variable called “central obesity” was created on the basis of tertiles of WHR or WC. Cox-proportional hazards were adjusted for age, sex, and confounders. The final sample consisted of 15,923 subjects. There were 5,696 deaths after a median follow-up of 2.3 (interquartile range 0.5 to 7.4) years. Central obesity was associated with mortality (hazard ratio [HR]: 1.70, 95% confidence interval [CI]: 1.58 to 1.83), whereas BMI was inversely associated with mortality (HR: 0.64, 95% CI: 0.59 to 0.69). Central obesity was also associated with higher mortality in the subset of subjects with normal BMI (HR: 1.70, 95% CI: 1.52 to 1.89) and BMI ≥30 kg/m2 (HR: 1.93, 95% CI: 1.61 to 2.32).
Conclusions: In subjects with CAD, including those with normal and high BMI, central obesity but not BMI is directly associated with mortality.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419