Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Più omega-3 nel sangue, minor rischio di degenerazione maculare senile

20-02-2013

Merle BM, Delyfer MN, Korobelnik JF, Rougier MB, Malet F, Féart C, Le Goff M, Peuchant E, Letenneur L, Dartigues JF, Colin J, Barberger-Gateau P, Delcourt C
J Nutr. 2013 Feb 13

La degenerazione maculare senile è la prima causa di cecità nei paesi industrializzati; da tempo ci si interroga quindi sul possibile ruolo dell’alimentazione nelle strategie di prevenzione di questa patologia. Nel 2001 un ampio studio di intervento, randomizzato, ha dimostrato come una supplementazione di zinco e antiossidanti sia in grado di ridurre del 25% l’incidenza di degenerazione maculare senile. Successivamente, la ricerca ha raccolto altri dati indicativi di un possibile ruolo preventivo degli acidi grassi omega-3 provenienti da una dieta ricca di pesce, nello stesso contesto. Questo studio prospettico sull’apporto alimentare di lipidi essenziali antiossidanti e patologie oculari è stato condotto su una popolazione francese anziana, arruolata tra il 1999 e il 2001 e controllata negli anni successivi a cadenza biennale. Tra il 2006 e il 2008 hanno avuto una prima visita oculistica, con follow up per una media di due anni e mezzo. È emersa così la conferma che un’elevata concentrazione plasmatica di acidi grassi omega-3, correlata a un’alimentazione ricca di pesce, si associa alla riduzione di oltre un terzo dell’incidenza di degenerazione maculare senile.

Glossario

  • Supplementazione

    Se i soggetti trattati sono ignari del fatto di aver ricevuto l'uno o l'altro dei trattamento testati, lo studio si definisce "in cieco". Se anche lo sperimentatore lo è, almeno fino al termine della raccolta dati, lo studio si definisce "in doppio cieco".

  • Incidenza

    Il numero di nuovi casi osservati in una popolazione nell'unità di tempo (in genere un anno). Un'incidenza dell'infarto in una popolazione dell'1 per mille indica che, ogni anno, un soggetto su mille viene colpito dalla malattia. Da non confondere con "prevalenza" (vedi).

High Concentrations of Plasma n3 Fatty Acids Are Associated with Decreased Risk for Late Age-Related Macular Degeneration

High dietary intakes of n3 (Ω3) PUFA and fish have been consistently associated with a decreased risk for age-related macular degeneration (AMD). We assessed the associations of late AMD with plasma n3 PUFA, a nutritional biomarker of n3 PUFA status. The Antioxydants Lipides Essentiels Nutrition et Maladies Occulaires (Alienor) Study is a prospective, population-based study on nutrition and age-related eye diseases performed in 963 residents of Bordeaux (France) aged ≥73 y. Participants had a first eye examination in 2006-2008 and were followed for 31 mo on average. Plasma fatty acids were measured by GC from fasting blood samples collected in 1999-2001. AMD was graded from non-mydriatic color retinal photographs at all examinations and spectral domain optical coherence tomography at follow-up. After adjustment for age, gender, smoking, education, physical activity, plasma HDL-cholesterol, plasma TGs, CFH Y402H, apoE4, and ARMS2 A69S polymorphisms, and follow-up time, high plasma total n3 PUFA was associated with a reduced risk for late AMD [OR = 0.62 for 1-SD increase (95% CI: 0.44-0.88); P = 0.008]. Associations were similar for plasma 18:3n3 [OR = 0.62 (95% CI: 0.43-0.88); P = 0.008] and n3 long-chain PUFA [OR = 0.65 (95% CI: 0.46-0.92); P = 0.01]. This study gives further support to the potential role of n3 PUFAs in the prevention of late AMD and highlights the necessity of randomized clinical trials to determine more accurately the value of n3 PUFAs as a means of reducing AMD incidence.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419