Raccomandazioni sullo stile di vita e infiammazione sistemica

Sjögren P, Cederholm T, Heimbürger M, Stenvinkel P, Vedin I, Palmblad J, Hellenius ML.
Eur J Clin Nutr. 2010 Sep 22. [Epub ahead of print]

29-09-2010

Gli autori di questo studio hanno già dimostrato in passato come la somministrazione di indicazioni e raccomandazioni sulla dieta e lo stile di vita possa influenzare positivamente alcuni fattori di rischio cardiovascolare in uomini di mezza età con ipercolesterolemia moderata, come l’omeostasi glucidica, il peso corporeo e la pressione arteriosa.
Per valutare gli effetti di un singolo intervento di counceling sullo stile di vita sulla modulazione dei fenomeni infiammatori e sulla funzionalità vascolare, a 157 uomini sani, di età compresa tra 41 e 51 anni e con ipercolesterolemia lieve, sono state assegnate in modo randomizzato, indicazioni a seguire: una dieta ipocolesterolemizzante e di prevenzione cardiovascolare secondo le correnti linee guida (gruppo D), un programma di esercizio fisico (gruppo E), o entrambi (gruppo DE). Un quarto gruppo di pazienti è stato invece invitato a non modificare il proprio stile di vita (gruppo C o di controllo). Dopo 6 mesi di follow up non sono state osservate differenze per quanto riguarda i livelli circolanti di parametri infiammatori (proteina C reattiva e interleuchina-6), né rispetto all’inizio dello studio, nè tra i diversi gruppi di soggetti, mentre è stata rilevata una riduzione significativa dei livelli circolanti dei marker di funzionalità vascolare (sICAM-1 e E-selectina solubile), solo tra i pazienti del gruppo DE. Le modificazioni dei livelli di apolipoproteinaB sono risultate essere il determinante principale delle variazioni di sICAM-1 e sE-selectina.
Questi risultati dimostrano che è sufficiente un limitato intervento mirato a modificare lo stile di vita in soggetti a rischio cardiovascolare moderatamente elevato, per influenzare positivamente alcuni parametri di attivazione vascolare e supportano l’importanza dell’apolipoproteinaB come target di prevenzione.

Glossario

  • Omeostasi

    Tendenza alla stabilità dei processi interni dell'organismo (temperatura corporea, pH, circolazione sanguigna, ventilazione polmonare, ecc.) in equilibrio con le variazioni delle condizioni esterne mediante il funzionamento di sistemi corporei di controllo.

  • Pressione arteriosa

    Pressione del sangue nelle arterie dovuto all'attività contrattile del muscolo cardiaco e alla resistenza vascolare periferica, distinta in sistolica o massima e diastolica o minima.

Simple advice on lifestyle habits and long-term changes in biomarkers of inflammation and vascular adhesion in healthy middle-aged men.

Background/Objectives: Lifestyle habits, vascular function and inflammation are components in the development of cardiovascular disease (CVD). We investigated whether simple advice on dietary and exercise habits given (at a single time point) to hypercholesterolemic men affects circulating biomarkers of inflammation and vascular adhesion. Subjects/Methods: In total, 157 men (age 46±5 years) with mild hypercholesterolemia were randomized to four intervention groups, diet (D, n=40), exercise (E, n=39), diet and exercise (DE, n=39) or controls (C, n=39) and serum concentrations of C-reactive protein (CRP), interleukin-6 (IL-6), soluble intercellular adhesion molecule 1 (sICAM-1), soluble vascular cell adhesion molecule 1 (sVCAM-1) and soluble E-selectin (sE-selectin) were quantified at baseline and after a 6-month intervention period. Results: The intervention applied in this study, that is, simple advice on lifestyle changes given at a single time point, had a modest effect on inflammatory biomarkers and soluble vascular adhesion molecules. The most apparent alterations were found for individuals in group DE, who responded with significant reductions in sICAM-1, -28 (-41 to -14 μg/l) and sE-selectin, -3.6 (-6.9 to -0.3 μg/l) after 6 months. None of the groups had altered their concentrations of sVCAM-1, CRP or IL-6 significantly after the intervention. In all individuals combined, we found changes in apolipoprotein B (apoB) to predict alterations in sICAM-1 (β=0.21) and sE-selectin (β=0.26), independently of changes in inflammation and other adhesion molecules. Conclusions: These observations indicate that even small efforts to improve diet and physical activity can influence biomarkers of vascular function in individuals at increased risk for CVD. ApoB was identified as an important determinant of this improvement, which adds further support to the notion of apoB as a critical target in cardiovascular prevention.

Stampa

Condividi