Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Si conferma il rapporto di causa-effetto tra sovrappeso-obesità e alcune forme tumorali nella popolazione adulta

12-12-2014

Arnold M, Pandeya N, Byrnes G, Renehan AG, Stevens GA, Ezzati M, Ferlay J, Miranda JJ, Romieu I, Dikshit R, Forman D, Soerjomataram I.
Lancet Oncol. 2014 Nov 26. pii: S1470-2045(14)71123-4. doi: 10.1016/S1470-2045(14)71123-4. [Epub ahead of print]

Le statistiche più recenti indicano che il 35% della popolazione adulta (20 anni o più) mondiale è sovrappeso (ha cioè un BMI compreso tra 25 e 30), o obesa (BMI maggiore o uguale a 30). In particolare la prevalenza di sovrappeso e obesità è cresciuta del 27,5% dal 1980 al 2013, anche se in alcune nazioni europee e negli Stati Uniti l’incremento ponderale della popolazione ha di recente subito un rallentamento. Questo studio conferma che il 3,6% di tutti i nuovi tumori nella popolazione con più di 30 anni rilevati nel 2012 è attribuibile all’eccesso ponderale. In numeri, si tratta di 481mila nuovi casi. L’incremento del rischio oncologico, più precisamente, sarebbe compreso tra il 3 e il 10% per ogni unità di BMI in più. Nelle donne le neoplasie più correlate con l’eccesso ponderale sono il carcinoma mammario post-menopausale, le neoplasie del corpo dell’utero o a carico del colon; negli uomini le neoplasie renali e del colon. Il 63,5% di questi tumori BMI-correlati si è manifestato in Nord America ed Europa. Purtroppo il lavoro non consente di calcolare in maniera differenziale il contributo del sovrappeso e dell’obesità al rischio oncologico; alla luce del fatto che la mortalità per tutte le cause non sembra aumentare per livelli modesti di sovrappeso questa informazione sarebbe invece di notevole interesse.

Glossario

  • Prevalenza

    La percentuale dei soggetti della popolazione che ha una certa condizione in un dato momento. Dire che la prevalenza della malattia diabetica è del 5% significa che, nella popolazione in esame, al momento del rilievo, 5 soggetti su 100 sono diabetici. Da non confondere con "incidenza"(vedi).

Global burden of cancer attributable to high body-mass index in 2012: a population-based study.

BACKGROUND: High body-mass index (BMI; defined as 25 kg/m(2) or greater) is associated with increased risk of cancer. To inform public health policy and future research, we estimated the global burden of cancer attributable to high BMI in 2012.
METHODS: In this population-based study, we derived population attributable fractions (PAFs) using relative risks and BMI estimates in adults by age, sex, and country. Assuming a 10-year lag-period between high BMI and cancer occurrence, we calculated PAFs using BMI estimates from 2002 and used GLOBOCAN2012 data to estimate numbers of new cancer cases attributable to high BMI. We also calculated the proportion of cancers that were potentially avoidable had populations maintained their mean BMIs recorded in 1982. We did secondary analyses to test the model and to estimate the effects of hormone replacement therapy (HRT) use and smoking.
FINDINGS: Worldwide, we estimate that 481000 or 3·6% of all new cancer cases in adults (aged 30 years and older after the 10-year lag period) in 2012 were attributable to high BMI. PAFs were greater in women than in men (5·4% vs 1·9%). The burden of attributable cases was higher in countries with very high and high human development indices (HDIs; PAF 5·3% and 4·8%, respectively) than in those with moderate (1·6%) and low HDIs (1·0%). Corpus uteri, postmenopausal breast, and colon cancers accounted for 63·6% of cancers attributable to high BMI. A quarter (about 118000) of the cancer cases related to high BMI in 2012 could be attributed to the increase in BMI since 1982.
INTERPRETATION: These findings emphasise the need for a global effort to abate the increasing numbers of people with high BMI. Assuming that the association between high BMI and cancer is causal, the continuation of current patterns of population weight gain will lead to continuing increases in the future burden of cancer.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419