Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Tè e rischio di tumori dell’apparato digerente

17-10-2012

Nechuta S, Shu XO, Li HL, Yang G, Ji BT, Xiang YB, Cai H, Chow WH, Gao YT, Zheng W.
Am J Clin Nutr. 2012 Oct 10. [Epub ahead of print]

Numerose evidenze scientifiche supportano il ruolo protettivo del tè nei confronti dei tumori dell’apparato digerente, che ogni anno colpiscono circa 1,5 milioni di donne in tutto il mondo. Tuttavia gli studi di coorte che sono stati oggetto di un recente metanalisi sono stati condotti su numeri relativamente piccoli di donne, e perlopiù in Giappone.
Gli autori di questo studio hanno valutato le abitudini alimentari di 69.310 donne cinesi con età compresa tra i 40 e i 70 anni, non fumatrici e astemie, reclutate per lo Shanghai Women\'s Health Study e seguite per un follow up di 11 anni, durante il quale sono stati registrati 1.255 casi di tumore a livello di stomaco, esofago, colon-retto, fegato e vie biliari.
Dividendo la popolazione in base ai livelli di consumo di tè (soprattutto verde) essi hanno calcolato un minore rischio di tutte queste tipologie di tumori (Hazard Ratio, o HR, pari a 0,86), ed in particolare di cancro allo stomaco e all’esofago (HR=0,73) e colorettale (HR=0,67), per coloro che dichiaravano di assumere regolarmente, cioè da almeno 6 mesi, 3 o più tazze di tè alla settimana e di consumarlo regolarmente da un maggior numero di anni. Infatti il rischio è risultato ridotto del 21% per le donne che consumavano 2-3 tazze di tè al giorno e del 27% per quelle che ne consumavano da 20 anni o più, indipendentemente dal tipo di tè (verde, bianco, nero, ecc.).
Secondo queste osservazioni, livelli di assunzione elevati di tè, in donne cinesi di mezza età e anziane, potrebbe contribuire alla riduzione del rischio di tumori dell’apparato digerente.

Glossario

  • Metanalisi

    Tecnica che combina i risultati di molti studi, di impianto simile e che hanno esaminato quesiti simili, per aumentare la numerosità del campione di valori su cui si ragiona e quindi l'affidabilità delle conclusioni.

Prospective cohort study of tea consumption and risk of digestive system cancers: results from the Shanghai Women\'s Health Study.

BACKGROUND:
Data from in vitro and animal studies support a protective role for tea in the etiology of digestive system cancers; however, results from prospective cohort studies have been inconsistent. In addition, to our knowledge, no study has investigated the association of tea consumption with the incidence of all digestive system cancers in Chinese women.
OBJECTIVE:
We investigated the association of regular tea intake (≥3 times/wk for >6 mo) with risk of digestive system cancers.
DESIGN:
We used the Shanghai Women\'s Health Study, a population-based prospective cohort study of middle-aged and older Chinese women who were recruited in 1996-2000. Adjusted HRs and associated 95% CIs were derived from Cox regression models.
RESULTS:
After a mean follow-up of 11 y, 1255 digestive system cancers occurred (stomach, esophagus, colorectal, liver, pancreas, and gallbladder/bile duct cancers) in 69,310 nonsmoking and non-alcohol-drinking women. In comparison with women who never drank tea, regular tea intake (mostly green tea) was associated with reduced risk of all digestive system cancers combined (HR: 0.86; 95% CI: 0.74, 0.98), and the reduction in risk increased as the amount and years of tea consumption increased (P-trend = 0.01 and P-trend < 0.01, respectively). For example, women who consumed ≥150 g tea/mo (∼2-3 cups/d) had a 21% reduced risk of digestive system cancers combined (HR: 0.79; 95% CI: 0.63, 0.99). The inverse association was found primarily for colorectal and stomach/esophageal cancers.
CONCLUSION:
In this large prospective cohort study, tea consumption was associated with reduced risk of colorectal and stomach/esophageal cancers in Chinese women.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419