Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Tempo davanti alla TV o al computer e rischio di obesità

21-12-2011

E de Jong, TLS Visscher, RA HiraSing, MW Heymans, JC Seidell, and CM Renders.
Int J Obes (Lond). 2011 Dec 13. doi:10.1038/ijo.2011.244 [Epub ahead of print]

Il sovrappeso e l’obesità durante l’infanzia e l’adolescenza si associano ad un’ampia gamma di complicazioni (diabete e malattie cardiovascolari) e costituiscono fattori predittivi di obesità durante l’età adulta. Numerosi studi hanno evidenziato che il tempo passato davanti alla televisione o al computer rappresenta un importante fattore di rischio per il sovrappeso, sia perché risulta associato ad un maggior consumo di cibi ad elevata densità energetica, sia perché sembra essere un marker di uno stile di vita sedentario che si traduce in un minor dispendio calorico.
Scopo di questo studio trasversale è stato la valutazione dell’associazione tra tempo passato davanti alla TV o al computer e rischio di sovrappeso in un campione di 4.072 bambini olandesi con età compresa tra 4 e 13 anni. A tal fine questi bambini, oltre ad essere sottoposti a specifiche misurazioni antropometriche, compilavano un apposito questionario per rilevare le abitudini alimentari e l’attività fisica svolta.
I dati mostrano, per i bambini con età tra 4 e 8 anni (ma non per quelli con età tra 9 e 13 anni), che la probabilità di essere sovrappeso mostrava un Odd Ratio (OR) di 1,7 per tempi davanti alla TV superiori a 1,5 ore/giorno, mentre l’uso del computer non è risultato associato al rischio di sovrappeso. Inoltre, è stata riscontrata un’associazione tra entrambe le attività ed una minor durata del sonno.
Infine, sono emersi diversi determinanti del tempo passato davanti alla TV: più di 2 televisori presenti in casa (OR=2,38), la presenza di un televisore in camera da letto (OR=1,60) e l’assenza di regole sul tempo da poter passare davanti alla TV (OR=1,65).
In conclusione, dai risultati di questo studio emerge l’importanza del ruolo della famiglia che, controllando e regolamentando il tempo da passare davanti alla TV o al computer e il momento in cui andare a dormire, potrebbe costituire uno strumento importante per prevenire l’insorgenza di sovrappeso nel bambino.

Glossario

  • Obesità

    Accumulo abnorme di grasso nell'organismo sotto forma di tessuto adiposo.

  • Diabete

    Una patologia che si verifica quando l’organismo non è in grado di utilizzare il glucosio ematico. I livelli di glicemia sono controllati dall’insulina, un ormone prodotto dall’organismo che favorisce l’ingresso del glucosio nelle cellule muscolari e adipose. Il diabete insorge quando il pancreas non produce abbastanza insulina o l’organismo non risponde all’insulina che è stata prodotta.

Association between TV viewing, computer use and overweight, determinants and competing activities of screen time in 4- to 13-year-old children

OBJECTIVE: TV viewing and computer use is associated with childhood overweight, but it remains unclear as to how these behaviours could best be targeted. The aim of this study was to determine to what extent the association between TV viewing, computer use and overweight is explained by other determinants of overweight, to find determinants of TV viewing and computer use in the home environment and to investigate competing activities.
METHOD: A cross-sectional study was carried out among 4072 children aged 4--13 years in the city of Zwolle, the Netherlands. Data collection consisted of measured height, weight and waist circumference, and a parental questionnaire on sociodemographic characteristics, child’s nutrition, physical activity (PA) and sedentary behaviour. Associations were studied with logistic regression analyses, for older and younger children, boys and girls separately.
RESULTS: The odds ratio (OR) of being overweight was 1.70 (95% confidence interval (CI): 1.07 -- 2.72) for viewing TV 41.5 h among 4- to 8-year-old children adjusted for all potential confounders. Computer use was not significantly associated with overweight. Determinants of TV viewing were as follows: having 42 TVs in the household (OR: 2.38; 95% CI: 1.66 -- 3.41), a TV in the child’s bedroom and not having rules on TV viewing. TV viewing and computer use were both associated with shorter sleep duration and not with less PA.
CONCLUSION: Association between TV viewing and overweight is not explained by socio-demographic variables, drinking sugared drinks and eating snacks. Factors in the home environment influence children’s TV viewing. Parents have a central role as they determine the number of TVs, rules and also their children’s bedtime. Therefore, interventions to reduce screen time should support parents in making home environmental changes, especially when the children are young.
Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419