Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al contenuto

Nutrition foundation of italy

Ricerca

Compila i campi

Lingua

English

Ti trovi in: Home /Tutte le news

Un pasto ad alto Indice Glicemico stimola l’appetito, nelle ore successive, in maschi sovrappeso o obesi.

25-07-2013

Lennerz BS, Alsop DC, Holsen LM, Stern E, Rojas R, Ebbeling CB, Goldstein JM, Ludwig DS.
Am J Clin Nutr.

I meccanismi cerebrali che regolano l’appetito e il desiderio di assumere cibo sono molto più attivi nei soggetti obesi rispetto ai magri. La ricerca di aspetti della composizione degli alimenti o di nutrienti specifici che possano modulare in modo favorevole tali meccanismi è da tempo oggetto di studio. Questa ricerca, che ha coinvolto uomini giovani-adulti (18-35 anni) sovrappeso o obesi, era mirata a valutare l’effetto sull’appetito di due pasti con identico contenuto di calorie, ma con diverso indice glicemico (37 vs 84), e tale da fornire il 25% del totale di energia richiesta in un giorno. Dopo 4 ore, la glicemia nei soggetti che avevano assunto il pasto ad alto IG era cresciuta in modo significativamente maggiore rispetto a quella di chi aveva assunto il pasto a basso IG. Esaminando le zone cerebrali coinvolte nella stimolazione dell’appetito, è emersa una maggiore attività nelle aree che presiedono all’assunzione di cibo, al desiderio di nuovo cibo e al senso di soddisfazione correlato al pasto dopo il consumo del pasto ad alto IG rispetto a quanto osservato dopo il pasto a basso IG. Lo studio conferma quindi il ruolo dell’indice glicemico dei pasti nel condizionare il desiderio di cibo e l’appetito nelle ore successive.

Effects of dietary glycemic index on brain regions related to reward and craving in men.

BACKGROUND: Qualitative aspects of diet influence eating behavior, but the physiologic mechanisms for these calorie-independent effects remain speculative.
OBJECTIVE: We examined effects of the glycemic index (GI) on brain activity in the late postprandial period after a typical intermeal interval.
DESIGN: With the use of a randomized, blinded, crossover design, 12 overweight or obese men aged 18-35 y consumed high- and low-GI meals controlled for calories, macronutrients, and palatability on 2 occasions. The primary outcome was cerebral blood flow as a measure of resting brain activity, which was assessed by using arterial spin-labeling functional magnetic resonance imaging 4 h after test meals. We hypothesized that brain activity would be greater after the high-GI meal in prespecified regions involved in eating behavior, reward, and craving.
RESULTS: Incremental venous plasma glucose (2-h area under the curve) was 2.4-fold greater after the high- than the low-GI meal (P = 0.0001). Plasma glucose was lower (mean ± SE: 4.7 ± 0.14 compared with 5.3 ± 0.16 mmol/L; P = 0.005) and reported hunger was greater (P = 0.04) 4 h after the high- than the low-GI meal, respectively. At this time, the high-GI meal elicited greater brain activity centered in the right nucleus accumbens (a prespecified area; P = 0.0006 with adjustment for multiple comparisons) that spread to other areas of the right striatum and to the olfactory area.
CONCLUSIONS: Compared with an isocaloric low-GI meal, a high-GI meal decreased plasma glucose, increased hunger, and selectively stimulated brain regions associated with reward and craving in the late postprandial period, which is a time with special significance to eating behavior at the next meal

Glossario

  • Indice glicemico

    L'Indice Glicemico (Glycemic Index, o GI della letteratura anglosassone) è un indice della risposta glicemica indotta, nello stesso soggetto, da una quantità specifica di carboidrati in rapporto a un’equivalente quantità di carboidrati proveniente da un alimento standard.

Condividi

NFI - Nutrition Foundation of Italy
Viale Tunisia 38, 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it
C.F./P.IVA 04062430154 - r.e.a 1510419