È minore il rischio di tumore alla prostata per chi beve 2 o più caffè al giorno

Chen X, Zhao Y, Tao Z, Wang K.
BMJ Open. 2021 Jan 11;11(2):e038902. doi: 10.1136/bmjopen-2020-038902.

10-03-2021

Sono numerosi gli studi che hanno evidenziato l’associazione tra consumo di caffè e riduzione del rischio di tumori al fegato, all’intestino e al seno. Poco conclusivi, invece, sono i dati relativi al rischio di tumore della prostata, che è tra i più frequentemente diagnosticati negli uomini.

Secondo i risultati di questa revisione sistematica con metanalisi dei dati raccolti in 16 studi, per un totale di oltre 1 milione di uomini di nazionalità diversa (americana, europea e giapponese), il rischio di sviluppare questa specifica neoplasia sarebbe minore per gli uomini che consumano regolarmente 2 o più tazze di caffè al giorno, rispetto a coloro che ne assumono meno di 2. In particolare, nella categoria di assunzione più alta il rischio di sviluppare questo tipo di tumore è risultato inferiore del 9% circa rispetto alla categoria con livelli di consumo più bassi, con una riduzione, nello specifico, del 7% per i tumori localizzati e del 12 e del 16%, rispettivamente, per i tumori avanzati e per quelli fatali. Dall’analisi della relazione dose-risposta è emerso che il rischio di tumore prostatico si riduceva dell’1% per ogni tazza di caffè in più al giorno.

Queste osservazioni possono essere in larga parte spiegate dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti del caffè e dagli effetti sul metabolismo glicemico e insulinemico, oltre che sui livelli degli ormoni sessuali: tutti fattori che possono svolgere un ruolo nell’insorgenza, nello sviluppo e nella progressione della neoplasia prostatica. Sebbene le grandi dimensioni del campione garantiscano un'adeguata potenza statistica, è comunque doveroso ricordare che si tratta di un’analisi di studi osservazionali, che per la loro struttura non permettono di trarre conclusioni definitive relativamente alla causalità dell’associazione riscontrata.

 

Glossario

  • Metanalisi

    Tecnica che combina i risultati di molti studi, di impianto simile e che hanno esaminato quesiti simili, per aumentare la numerosità del campione di valori su cui si ragiona e quindi l'affidabilità delle conclusioni.

Coffee consumption and risk of prostate cancer: a systematic review and meta-analysis.

OBJECTIVES: To conduct a systematic review with meta-analysis of cohort studies to evaluate the association of coffee consumption with the risk of prostate cancer.
DATA SOURCES: PubMed, Web of Science and Embase were searched for eligible studies up to September 2020.
STUDY SELECTION: Cohort studies were included.
DATA EXTRACTION AND SYNTHESIS: Two researchers independently reviewed the studies and extracted the data. Data synthesis was performed via systematic review and meta-analysis of eligible cohort studies. Meta-analysis was performed with the "metan" and "glst" commands in Stata 14.0.
MAIN OUTCOMES AND MEASURES: Prostate cancer was the main outcome. It was classified as localised prostate cancer which included localised or non-aggressive cancers; advanced prostate cancer which included advanced or aggressive cancers; or fatal prostate cancer which included fatal/lethal cancers or prostate cancer-specific deaths.
RESULTS: Sixteen prospective cohort studies were finally included, with 57 732 cases of prostate cancer and 1 081 586 total cohort members. Higher coffee consumption was significantly associated with a lower risk of prostate cancer. Compared with the lowest category of coffee consumption, the pooled relative risk (RR) was 0.91 (95% CI 0.84 to 0.98), I2= 53.2%) for the highest category of coffee consumption. There was a significant linear trend for the association (p=0.006 for linear trend), with a pooled RR of 0.988 (95% CI 0.981 to 0.995) for each increment of one cup of coffee per day. For localised, advanced and fatal prostate cancer, the pooled RRs were 0.93 (95% CI 0.87 to 0.99), 0.88 (95% CI 0.71 to 1.09) and 0.84 (95% CI 0.66 to 1.08), respectively. No evidence of publication bias was indicated in this meta-analysis.
CONCLUSIONS: This study suggests that a higher intake of coffee may be associated with a lower risk of prostate cancer.

 

Stampa

Condividi