Il consumo moderato di uova, fino a 7 per settimana, non si associa ad aumento del rischio di mortalità totale e cardiovascolare in una popolazione mediterranea

Zamora-Ros R, Cayssials , Cleries R, Redondo ML, Sánchez MJ, Rodríguez-Barranco M, Sánchez-Cruz JJ, Mokoroa O, Gil L, Amiano P, Navarro C, Chirlaque MD, Huerta JM, Barricarte A, Ardanaz E, Moreno-Iribas C, Agudo A.
Eur J Nutr. 2018 Jun 15 [Epub ahead of print]

06-07-2018

Dai dati della coorte spagnola (40.621 uomini e donne) arruolata nello studio EPIC-Spagna all’inizio degli anni Novanta viene una nuova conferma della possibilità di integrare senza rischi un consumo moderato di uova in un’alimentazione bilanciata e varia, alternando le uova stesse alle altre fonti proteiche animali (carni, pesce, formaggi).
La popolazione coinvolta nello studio, di età compresa tra 29 e 69 anni all’arruolamento, è stata seguita per 18 anni con monitoraggi cadenzati, che hanno registrato abitudini alimentari e di vita e stato di salute, compresi i dati di mortalità totale e per cause specifiche.
Nell’analisi attuale, i ricercatori hanno focalizzato l’associazione tra andamento della mortalità e consumo di uova, in quanto alimento a basso costo fonte di nutrienti fondamentali (proteine di alto valore biologico, minerali, folati, vitamine lipo e idrosolubili), ma anche ricche di colesterolo preformato. Infatti, le linee guida nutrizionali internazionali non propongono ancora indicazioni univoche di consumo.
I risultati che emergono da questa valutazione dei dati confermano invece il valore nutrizionale delle uova, il cui consumo moderato (fino a 7 nella settimana) non risulta associato ad un aumento della mortalità totale.
Anche analizzando le cause specifiche di mortalità, si è confermata l’assenza di associazione tra consumo moderato di uova e mortalità cardiovascolare o per tumore. Non solo: sembra che il consumo di uova sia inversamente associato al rischio di mortalità per cause diverse da quelle cardiovascolari e tumorali. Più esattamente, risulterebbe che consumare l’equivalente di un uovo al giorno riduca il rischio di mortalità per cause neurologiche, con un riferimento specifico ad Alzheimer e Parkinson.
L’assenza di effetti sullla mortalità cardiovascolare sembrerebbe anche ridimensionare il possibile ruolo delle uova come fonti di colina, che può essere convertita dal microbiota intestinale, secondo studi recenti, in un derivato aterogeno, la TMAO.

Glossario

  • Colesterolo

    Presente nel sangue, costituente essenziale della membrana cellulare, interviene nella formazione degli ormoni sessuali e corticosteroidei e dei sali biliari. Può essere di origine esogena (alimentare) ed endogena (sintesi epatica). Nel sangue il colesterolo è veicolato tramite i trigliceridi e le lipoproteine (HDL e LDL).

Moderate egg consumption and all-cause and specific-cause mortality in the Spanish European Prospective into Cancer and Nutrition (EPIC-Spain) study.

PURPOSE: Dietary guidelines for egg consumption for general population differ among public health agencies. Our aim was to investigate the association between egg intake and both all-cause and specific-cause of mortality in a Mediterranean population.
METHODS: The European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC)-Spain cohort included 40,621 men and women aged 29-69 years old in the nineties from 5 Spanish regions. After a mean of 18 years of follow-up, 3,561 deaths were recorded, of which 1,694 were from cancer, 761 from CVD, and 870 from other causes. Data on egg consumption was collected using a validated diet history at recruitment. Cox proportional hazards models, adjusted for confounders, were used in the analyses.
RESULTS: The mean (standard deviation) egg consumption was 22.0 g/day (15.8) and 30.9 g/day (23.1) in women and men, respectively. No association was observed between egg consumption and all-cause mortality for the highest vs the lowest quartile (HR 1.01; 95% CI 0.91-1.11; P trend = 0.96). Likewise, no association was observed with cancer and cardiovascular diseases mortality. However, an inverse association was found between egg consumption and deaths for other causes (HR 0.76; 95% CI 0.63-0.93; P trend = 0.003), particularly for deaths from the nervous system (HR 0.59; 95% CI 0.35-1.00; P trend = 0.036). No interaction was detected with the adherence to Mediterranean diet.
CONCLUSIONS: This study shows no association between moderate egg consumption, up to 1 egg per day, and main causes of mortality in a large free-living Mediterranean population.

Stampa

Condividi