La scarsa presenza di fibre nell’alimentazione degli adolescenti aumenta già in questa fascia d’età il rischio di iperinsulinemia e di ipertensione

Dong Y, Chen L, Gutin B, Zhu H.
Eur J Clin Nutr. 2018 Dec 6. [Epub ahead of print]

18-01-2019

Assicurare all’alimentazione degli adolescenti un adeguato apporto di fibre totali, solubili e insolubili, riduce il rischio cardiometabolico che, già nella fascia d’età 14-18 anni, si manifesta con una aumentata prevalenza di iperinsulinemia e ipertensione.
La raccomandazione viene dal gruppo di studio statunitense che ha valutato le caratteristiche dell’alimentazione tipica di 754 adolescenti, maschi e femmine caucasici e afroamericani tra i 14 e i 18 anni, associando poi questi dati al loro stato di salute.
Va detto che le linee guida USA per il quinquennio 2015-2020 raccomandano l’assunzione quotidiana di 38 g di fibre totali (solubili più insolubili) per i maschi adolescenti e di 25 g quotidiani per le femmine. In questo studio, invece, l’assunzione media quotidiana di fibra totale da parte degli adolescenti maschi risultava pari a 12 grammi, mentre quella delle coetanee era in media di 9,9 grammi. Solo due adolescenti (su 754) raggiungevano gli apporti di fibra suggeriti.
Come nella popolazione adulta, anche tra gli adolescenti esaminati in questo studio la scarsa assunzione di fibre era associata ad aumento dei principali indici di rischio cardiometabolico: pressione arteriosa, glicemia e insulinemia a digiuno, HOMA-IR index (indice di insulino-resistenza).
Questo studio dimostra quindi che l’impatto cardiometabolico negativo associato al deficit di fibra alimentare si manifesta già nella fascia d’età 14-18 anni, con caratteristiche simili a quelle riscontrabili negli adulti. I ricercatori ricordano infine che è necessario fornire entrambi i tipi di fibre: quelle insolubili per un miglior controllo della funzionalità insulinica e quelle solubili perché, accanto all’effetto positivo sul metabolismo degli zuccheri, si associano a un miglior controllo dei valori pressori, sia diastolici, sia sistolici.

Glossario

  • Prevalenza

    La percentuale dei soggetti della popolazione che ha una certa condizione in un dato momento. Dire che la prevalenza della malattia diabetica è del 5% significa che, nella popolazione in esame, al momento del rilievo, 5 soggetti su 100 sono diabetici. Da non confondere con "incidenza"(vedi).

  • Ipertensione

    Aumento della pressione arteriosa al di sopra dei valori normali (nell'adulto 80-90 mm Hg di minima e 130-140 mmHg di massima). Può essere di origine secondaria (renale, endocrina, neurologica, ecc.) o primitiva (essenziale).

  • Pressione arteriosa

    Pressione del sangue nelle arterie dovuto all'attività contrattile del muscolo cardiaco e alla resistenza vascolare periferica, distinta in sistolica o massima e diastolica o minima.

Total, insoluble, and soluble dietary fiber intake and insulin resistance and blood pressure in adolescents.

BACKGROUND/OBJECTIVES: To evaluate sex and race differences in fiber intakes, which are understudied in adolescents, and to investigate whether low insoluble and soluble fiber intakes would be associated with higher risk for insulin resistance and blood pressure (BP).
SUBJECTS/METHODS: A total of 754 black and white adolescents, 14 to 18 years old (49.2% blacks; 50.3% female), were previously recruited in Augusta, Georgia, USA, between 2001 and 2005. Diet was assessed with four to seven independent 24 h dietary recalls.
RESULTS: The average daily consumption of total, insoluble, and soluble fiber were 10.9, 6.7, and 4.0 g, respectively. Only two adolescents met their daily fiber intake recommendation. Adjusted multiple linear regressions revealed that increasing dietary fiber intake from current averages to recommendation levels (12 g to 38 g in the male and 9.9 g to 25 g in the female) were associated with predicted decreases of 5.4 and 3.0 mg/dL fasting glucose, 7.0 and 5.0 mg/dL fasting insulin, 1.6 and 1.1 HOMA-IR, 6.3 and 3.7 mm Hg SBP, and 5.2 and 3.0 mm Hg DBP in the males and females, respectively (all p < 0.05). Furthermore, both insoluble and soluble fiber intakes were inversely associated with fasting insulin and HOMA-IR (p < 0.05), whereas only soluble fiber intake was found to be associated with BP (p < 0.05).
CONCLUSIONS: Fiber consumption in adolescents is far below daily-recommended levels across all sex and race groups. Lower fiber intake of all types is associated with higher insulin level. Fiber Intake at recommendation levels may be associated with significant cardiometabolic benefits.

Stampa

Condividi